Condizioni variabili (pioggia leggera a sprazzi e pista che oscillava continuamente tra bagnata e asciutta) hanno condizionato le prime prove libere all'Hungaroring. In ogni caso è sempre Hamilton a svettare, con il tempo di 1'17"233 e risultando il più veloce anche nei long run su gomme medie. A seguire troviamo Verstappen e Vettel separati tra loro di 1 solo millesimo, a 0"165 e 0"166 rispettivamente, con Gasly un poco più staccato (+0"449).

Magnussen svetta tra i rincalzi, 5° a 0"709, precedendo anche Leclerc, 6° a quasi 1 secondo. Va detto che, oltre alle condizioni mutevoli della pista come per tutti, le prestazioni Ferrari sono state condizionate anche dall'alternarsi di prove di tipo aerodinamico, oltre a traffico ed errori nei giri "buoni". Sempre meglio che per Bottas, bloccato subito per problemi al motore, in corso di sostituzione, come per Sainz pure lui fermato da problemi al raffreddamento (anche per lui cambio di PU ora) dopo aver comunque fatto il 9° tempo.

Tra gli inseguitori, al 7° posto troviamo Hulkenberg con Norris a seguire di 1 decimo, e quindi Raikkonen a chiudere la top10 a sua volta a 1 decimo da Sainz. Da citare in coda Russell col 17° tempo davanti a Stroll e Kubica. Ma vedremo se la seconda sessione sarà più regolare, alle ore 15, sebbene al momento sia prevista pioggia ancor più intensa.

I RISCONTRI DELLE PROVE A BUDAPEST

La nostra cronaca con Twitter