Anche la seconda sessione di prove libere all'Hungaroring viene condizionata dalla situazione meteo: solo nella prima ventina di minuti si riescono ad utilizzare le gomme slick, sebbene già scenda qualche goccia di pioggia. In questa fase Gasly con le soft ottiene 1'17"854, tempo che nessuno riuscirà a battere, anche perché Verstappen scende in pista con le gomme medie e sta dietro per 55 millesimi. Seguono le Mercedes, con Hamilton riuscito a mantenere 141 ms di distacco pur montando le hard, mentre Bottas 4° a 0"330 con le medie è stato però il più veloce successivamente con le Pirelli intermedie "verdi", facendo segnare 1'32"357.

Anche la Ferrari aveva inizialmente mandato in pista i piloti con le mescole dure: Leclerc è 7° con le medie, Vettel 13° con le hard. Fanno dunque meglio Ricciardo 5° e Raikkonen 6° separati tra loro di soli 80 millesimi. Completano la top ten Hulkenberg, Giovinazzi e Kvyat, racchiusi tra loro in soli 65 ms. Resta comunque una sessione poco rivelatrice, come del resto dimostrano i tempi più alti rispetto alla prima: ci aspettiamo sia molto più indicativa la terza sessione, sabato alle ore 12, sempre con la nostra cronaca "live".

I RISCONTRI DELLE PROVE A BUDAPEST

La nostra cronaca con Twitter