da Spielberg (Austria): Alessandro Gargantini La terza corsa prevista sul circuito della Stiria di fatto non è nemmeno iniziata. Dopo un ritardo di quasi due ore a causa della pioggia, le vetture si sono schierate in griglia per lo start, avvenuto in regime di safety car. Tre giri dietro la vettura staffetta e poi un nuovo stop con bandiera rossa, a causa della troppa acqua in pista. Quando mancavano cinque minuti allo scadere dei trentacinque minuti di gara previsti, gli stewards hanno nuovamente fatto partire il plotone in regime di safety-car, per chiudere sotto i fischi del pubblico le ostilità, senza avere fatto disputare nemmeno un giro vero di gara. La vittoria è così andata al detentore della pole, Antonio Giovinazzi, che ha preceduto Felix Rosenqvist e Sergio Sette Camara. In graduatoria generale, il nostro portacolori aumenta così il suo vantaggio su Rosenqvist a 20,5 punti. La terza serie europea si prende ora più di un mese di vacanza. Il prossimo appuntamento sarà in Algarve, a Portimao, il prossimo 6 settembre.

Gara 2: Rosenqvist resiste a Giovinazzi

FIA Formula 3 European Championship, round 8, race 1, Red Bull Ring (AUT)Al secondo tentativo nell'EuroF3 a Spielberg, Felix Rosenqvist ha sfruttato al meglio la pole, riuscendo sin dai primi metri a guadagnare la leadership della corsa. Nemmeno una neutralizzazione causata da un insabbiamento dell’americano Ryan Tveter nel finale ha consentito ad Antonio Giovinazzi di insidiare lo svedese della Prema, che ha colto un indiscusso successo. Il nostro portacolori ha dovuto contenere nelle prime fasi di gara un coriaceo Lance Stroll, che ha corso con maturità e ampiamente meritato il suo primo podio stagionale davanti a Charles Leclerc. Il driver di Fritz van Amersfoort sembra portare ancora i segni del brutto incidente di Zandvoort e non riesce a ritrovare le ottime performance d’inizio campionato. Al vertice della graduatoria generale, Giovinazzi incrementa a 20,4 punti il suo vantaggio sul monegasco. Felix Rosenqvist risale in seconda posizione, con un divario di 17 lunghezze dal capoclassifica. Per quel che concerne i nostri colori, Michele Beretta è stato costretto al ritiro a causa di un tamponamento al sudafricano Raoul Hyman. Alessio Lorandi, autore di una buona rimonta che lo aveva portato a centro gruppo, è precipitato in fondo al gruppo nelle fasi finali di gara. Il vincitore di gara uno Jake Dennis ha chiuso ottavo, alle spalle di Pommer e Russel. Positiva la quinta posizione di Alex Albon. A pochi minuti dallo start è arrivata la notizia della chiusura anticipata del rapporto della Prema con il francese Brandon Maisano, che non ha preso il via e che abbandonerà la categoria. La terza ed ultima corsa del fine settimana è in programma domani alle ore 11,45.

Gara 1: Dennis beffa Rosenqvist, 3° Giovinazzi

JAKE-DENNISJake Dennis è il primo vincitore nel fine settimana sulle alpi austriache della terza serie continentale. Il pilota della Racing Steps Foundation ha fatto la differenza allo start, riuscendo a scattare benissimo dalla seconda piazzola e sopravanzare il compagno di scuderia Felix Rosenqvist, dalla pole. Il britannico ha anche avuto la fortuna di partire dal lato della pista soleggiato, che offriva senza dubbio un migliore grip. Il duo della Prema ha mantenuto a lungo il comando di una gara abbastanza lineare, che si è accesa soltanto nel finale quando lo svedese ha provato a insidiare il rivale. I due sono anche venuti a contatto nelle ultime fasi di gara, quando Dennis ha eccessivamente rallentato al tornante. Il nostro Antonio Giovinazzi, che ha recuperato una posizione su Lance Stroll nel corso del primo giro, è riuscito ad agganciarsi alla coppia della scuderia veneta, senza però provare ad attaccare. L’alfiere della Volkswagen è anche riuscito a incrementare fino a 14,5 punti il vantaggio su Charles Leclerc al vertice della graduatoria di campionato. Il monegasco non è andato oltre la sesta posizione, alle spalle di Goerge Russell. Incisiva la rimonta di Alessio Lorandi, risalito dalla ventiduesima posizione in griglia fino al quindicesimo posto. Michele Beretta è invece calato nel finale, chiudendo al di fuori della top 20. La seconda corsa del fine settimana è in programma alle ore 15,45.