dal Nurburgring: Alessandro Gargantini Un convincente successo di Maxime Martin ha aperto le ostilità al N’ring e confermato il momento di grazia della Casa di Monaco, che si era aggiudicata anche le due precedenti corse del DTM a Oschersleben. Il pilota del team RMG ha preso sin dai primi metri il comando delle operazioni, quando ha superato il poleman Lucas Auer. Alla prima virata il rosso pilota di Brussel è anche entrato in contatto con il leader di campionato Pascal Wehrlein, la cui vettura ha subìto alcuni danni aerodinamici e allo sterzo, ma è comunque riuscita a chiudere al terzo posto alle spalle del nostro Edoardo Mortara. L’italiano di Ginevra, quinto in griglia, è stato autore di una delle sue migliori partenze della stagione e ha così recuperato qualche punticino sul leader di campionato. Mortara ha anche sopravanzato Mattias Ekstroem, soltanto decimo al traguardo dopo una difficile sessione dei qualifica. Al vertice della graduatoria generale, Wehrlein guida con 27 punti di vantaggio sul nostro portacolori. Al Nurburgring si sono messi decisamente in mostra anche i rookies della Mercedes Maxi Goetz e Lucas Auer, che hanno chiuso rispettivamente al quinto e sesto posto alle spalle del più esperto Gary Paffett. Il nipote di Gerhard Berger aveva strabiliato in qualifica, quando ha colto una sorprendente pole davanti a Martin. La corsa era stata sospesa per un incidente multiplo al via che ha coinvolto le tre Audi di Jamie Green, Miguel Molina e Timo Scheider. La seconda manche è prevista domani alle 13,35. unnamed