La Golf GTI è proposta anche in versione "racing clienti", a 40 anni dal lancio del primo modello stradale, e ne riprende il successo anche commerciale grazie all'interesse riscontrato. Presentata lo scorso luglio per competere nei vari campionati TCR (ormai ve ne sono 16 fra nazionali e internazionali in giro per il mondo) è stata realizzata dalla Volkswagen Motorsport in 20 esemplari, che sono già stati tutti venduti e saranno consegnati alle scuderie a partire dal prossimo 11 marzo. Per l'effettivo debutto in pista è invece prevista una sessione di test a Valencia il prossimo 14 marzo. Basata sulla Golf GTI di serie, la variante TCR monta un motore 2.0 turbo a iniezione diretta derivato da quello della Golf R e in grado di fornire 330 cavalli (nonché 410 Nm di coppia) abbinato a un cambio sequenziale comandato da palette al volante. Dal punto di vista telaistico abbiamo l'allargamento di 40 cm rispetto alla vettura di serie, l'utilizzo di ruote da 18 pollici e specifiche appendici aerodinamiche: al ben visibile alettone posteriore in carbonio "sospeso" si contrappone davanti l'ampio splitter per fornire deportanza anche all'avantreno. Al tutto si aggiungono ovviamente le normali dotazioni di sicurezza che vanno dai sedili con protezione per la testa, al serbatoio specifico e al roll-bar a gabbia. Maurizio Voltini golf2 golf3