Prende il via questo weekend a Hockenheim - pista dove tradizionalmente (dal 1995) si apre e si chiude il campionato - la stagione 2016 del DTM, il campionato Turismo tedesco che in realtà ha saputo raggiungere una popolarità internazionale. Una serie che peraltro sta cercando di darsi un po' più di lustro dopo le ultime stagioni di leggero appannamento, approfittando sia della notorietà riflessa data dal buon comportamento del campione 2015 ora in F1 (e parliamo di Pascal Wehrlein) sia da nuove regole che cercano ancor più di dare importanza ai piloti, "pareggiando" ulteriormente le prestazioni delle tre vetture ammesse: Audi RS5, BMW M4 e Mercedes-AMG C63. Saranno nove appuntamenti con doppia gara (la prima al sabato) e fra i piloti alla guida di queste vetture che richiamano sì i corrispondenti modelli stradali, ma sono in realtà quasi dei prototipi con cellula monotipo in carbonio e motori da oltre 500 cv, troveremo anche quest'anno l'italiano Edoardo Mortara, e oltre a quella dei consueti specialisti della serie vogliamo citare anche la presenza di Esteban Ocon, ancora alla ricerca di una giusta visibilità. Interessante segnalare, inoltre, che a questa gara verrà abbinata la seconda prova del campionato mondiale Rallycross (oltre alle Audi TT e alla Porsche Carrera Cup). Alleghiamo due filmati che presentano la nuova stagione proponendo alcuni scorci di quella passata, vuoi dal punto di vista acustico, vuoi riproponendo qualche momento di "imbarazzo" in gara: l'automobilismo è uno sport estremo, dove si sta (quasi) sempre al limite, ma ogni tanto qualcosa non va per il verso giusto… Maurizio Voltini