ABU DHABI - E’ stata una corsa ricca di colpi di scena la Feature Race che la GP3 ha disputato sul circuito di Yas Marina e che ha laureato campione, con una manche ancora da disputare, il diciannovenne driver monegasco della Ferrari Driver Academy Charles Leclerc.

I tre piloti che capeggiavano la graduatoria generale sono rimasti tutti coinvolti in incidenti che li hanno costretti al ritiro o relegati al di fuori della zona punti. In casa Art Gran Prix, il poleman Alex Albon è decollato contro un cordolo mentre combatteva per la leadership della corsa con Jack Aitken. Charles Leclerc è, invece, finito fuori nelle vie di fuga con una ruota danneggiata a seguito di un contatto con Santino Ferrucci, poi penalizzato di dieci secondi per la manovra. Antonio Fuoco, che avrebbe approfittare del contemporaneo ritiro del duo della compagine parigina per conquistare un risultato di prestigio, è stato coinvolto nel corso del primo giro in un contatto con Arjun Maini, nel quale ha forato un pneumatico. Una volta rientrato in pista, dopo un pit-stop rapidissimo, l’alfiere del Team Trident si è messo in luce grazie ad una serie di giri veloci, ma non è riuscito ad andare oltre la sedicesima posizione finale.

Tornando alla gara, il successo è andato all’olandese Nyck de Vries, al secondo centro stagionale. Il piccolo pilota dei Paesi Bassi ha preceduto gli inglesi Jake Dennis e Jack Aitken. Decisivo sull’andamento della manche è stato un contatto tra la colombiana Tatiana Calderon e Alessio Lorandi, undicesimo al traguardo alle spalle di Giuliano Alesi, che ha costretto i commissari a neutralizzare la frazione e consentito a Jack Aitken di riagganciare al vertice Alex Albon, che pareva in grado di prendere il largo. La Sprint Race si disputerà domani alle ore 13:00 locali, ovvero le ore 10:00 italiane.