Imola. Doppietta Ferrari nel Campionato Italiano Gran Turismo. A Imola, nel primo appuntamento della stagione, dopo il successo messo a segno in gara-1 sabato, Mirko Venturi e Stefano Gai hanno calato il "bis" con la 488 Gt3 del Black Bull Swiss Racing. Con Gai davanti al via, a posizionarsi secondo è stato il poleman Niccolò Schirò, seguito a sua volta da Eddie Cheever III e dalle due Lamborghini di Michele Beretta e Riccardo Agostini. All'inizio del secondo giri questi ultimi due sono riusciti a sfilare la Ferrari di Cheever, che si è dovuto guardare anche dalla Audi di Vittorio Ghirelli.

Tutto regolare, con Gai autore di un ottimo "stint". Dopo i cambi Frassineti è salito al volante al posto di Beretta e si è ritrovato a passare davanti a Venturi (che rilevando doveva pagare 15" di handicap in tempo), proprio quando quest'ultimo rientrava dai box. L'emiliano ha provato ad opporre resistenza, ma per evitare un contatto con la vettura della Ombra Racing ha compiuto un'escursione sulla ghiaia del Tamburello tenendo giù e riportandosi in pista. Poi l'uscita di Bénoit Treluyer, con la Audi su cui aveva dato il cambio a Ghirelli, ha chiamato in causa la safety car. Non prima che Deniel Zampieri, salito in macchina al posto di Agostini, rientrasse in pista davanti a Frassineti e subito dietro alla Ferrari di Jaime Melo. Alla ripartenza Matteo Malucelli ha preso un grosso rischio alla prima variante, mentre Stefano Comandini si è portato quinto con la Bmw preceduto da Venturi. A 10' dalla fine il romano ha però dovuto fare sfilare sia Frassineti che Venturi e poi anche Malucelli. Bella lotta per il settimo posto tra Alain Valente e Bar Baruch, con l'israeliano che a 5' dallo scadere del tempo è riuscito a portarsi davanti. Poco dopo il sorpasso che ha consentito a Venturi di agguantare la seconda posizione, portandosi all'attacco del leader Melo. Un attacco che si è risolto nel penultimo giro con un leggero contatto, ma assolutamente regolare, che ha consegnato appunto la vittoria a Venturi e fatto retrocedere Melo in terza posizione alle spalle di Frassineti.

Nella Super Gt Cup in parata al via le tre Lamborghini Huracán Super Trofeo del Vincenzo Sospiri Racing, con il poleman Felipe Ortiz davanti ai sui compagni di squadra Aaro Vainio e Riccardo Cazzaniga. Quest'ultimo nel corso del primo giro ha dovuto tuttavia lasciare la terza posizione a Matteo Desideri. Poi un drive through per un'irregolarità in partenza ha fatto retrocedere lo stesso Ortiz. Penalizzazione anche per Manuel Lasagni in quel momento ottavo assoluto con la Ginetta e ancora per Antonio D'Amico, subentrato poi al posto di Cazzaniga. A caratterizzare gli ultimi giri è stato dunque il duello tra Pietro Negra, che ha rilevato Desideri, e Tuomas Tujula. L'italiano del team Antonelli Motorsport si è difeso a denti stretti e alla fine ha potuto portare a casa la vittoria, mentre i suoi compagni di squadra Karol Basz e Takashi Kasai hanno concluso terzi.