Eric Scalvini ha siglato un weekend da dominatore, conquistando una doppietta sul circuito di Adria, nel corso del primo round del TCR Italy, il Campionato Italiano Turismo riservato alle due litri turbo a trazione anteriore. Una vittoria che vale doppio, se si considera che gara1 si è svolta sotto una pioggia torrenziale. Con le insidiosi condizioni di pista bagnata, il pilota bresciano si è imposto fin dalle prime curve al volante della Honda Civic della MM Motorsport e davanti a Jonathan Giacon, autore della pole position e a Nicola Baldan. Quarta posizione per Max Mugelli, sulla Audi RS3 della Pit Lane Competizioni, mentre alle sue spalle Andrea Argenti è quinto sulla prima delle Leon Dsg al traguardo e nei colori della South Italy.

La lotta ai ferri corti nelle posizioni al ridosso del podio ha visto protagonisti anche Plamen Kralev, costretto a partire dalla corsia box sulla Audi ed il giovane Davide Nardilli che, con la seconda Honda Civic della MM Motorsport, duella fianco a fianco con il rivale bulgaro poi esclusione dalla classifica per non aver rispettato un drive through comminatogli per la procedura di partenza irregolare. Nella classe TCT vittoria per Francesco Neri (Arduini Corse) davanti a Raimondo Ricci e all’attore Stefano Accorsi, che ha debuttato nelle vesti da pilota nelle condizioni più impegnative possibile.
 
La tappa inaugurale del TCR Italy, si è chiusa sotto il segno di Eric Scalvini. Dopo il successo in gara1, infatti, il pilota bresciano si fatto valere anche in gara 2. Jonathan Giacon, autore della pole position sulla Opel Astra, stalla invece allo start e perde qualche attimo prezioso, lasciando strada a Nicola Baldan. Al volante della Seat Leon di Pit Lane Competizioni resta in scia della Civic del rivale fino alle battute finali dove è poi costretto a cedere a Giacon, che conquista ancora il secondo posto.

Quarto Andrea Argenti sulla Leon versione Dsg della South Italy davanti a Massimiliano Gagliano sulla Volkswagen Golf Gti della MC Corse ed alle Leon di Vincenzo Montalbano (BFMotorsport) e Daniele Cappellari in rimonta dalla 12esima posizione in griglia sulla Seat in versione Dsg. Grandi protagonisti dello stesso gruppo ai ferri corti anche le Audi RS3 di Max Mugelli e del bulgaro Plamen Kralev che al sesto giro tocca la vettura del rivale di Pit Lane Competizioni costringendolo a riprendere staccato di 3 giri. Per il portacolori del Kraf Racing è poi comunque ritiro e penalizzazione di sulla griglia di partenza del prossimo round di Misano. Fra Peugeot 308 Racing Cup di classe TCT Adriano Bernazzani riesce ad imporsi dopo un duello accesissimo con Max Arduini. Alle loro spalle il giornalista Giovanni Lopes sulla terza 308.