MUGELLO - Il campionato italiano turismo TCS è approdato sul circuito del Mugello per il suo quarto round, con la griglia di partenza composta ancora una volta esclusivamente dalle SEAT Leon ST dell’omonimo trofeo gestito da SEAT Motorsport Italia. Protagonista di una gara spot, il sedicenne veneto Giacomo Altoè, impegnato nel TCR International al volante di una Golf e reduce da una vittoria nel TCR Benelux. Al debutto sulla SEAT Leon ST, il giovane Altoè ha messo in riga tutti, conquistando due vittorie, la seconda delle quali nonostante i 15 secondi penalità tempo inflitti in virtù della vittoria in gara1. 

GARA 1 – Al via Giovanni Altoè dalla quarta posizione si lancia all’esterno affiancando così Matteo Zucchi e precedendo il fratello Giacomo ed Alessandra Brena. Ma già nel primo giro è il più giovane dei due fratelli Altoè a riportarsi in seconda posizione per lanciarsi all’attacco del battistrada. Alle loro spalle Giovanni Altoè deve cedere ad Alessandra Brena così terza e poco dopo anche a Pelatti che passa in quarta posizione. In testa alla gara è duello fianco a fianco tra Zucchi e Giacomo Altoè che prova in tutti i modi l’attacco davanti alla Brena, Pelatti e Nicolò Liana che nel frattempo è riuscito ad avere la meglio su Giovanni Altoè. Alla staccata sulla San Donato Giacomo Altoè riesce nella manovra e si lancia definitivamente in testa, mentre Zucchi si accontenta della seconda posizione. Al traguardo Giacomo Altoè precede Zucchi, Brena, Pelatti e il campione della Superbike italiana Eddi La Marra, mentre Giovanni Altoè chiude dodicesimo, in crisi con le gomme.

GARA2 - Allo start di gara 2 Matteo Zucchi si ritrova secondo tra le Leon di Giacomo e Giovanni Altoè, , mentre Alessandra Brena è quarta incalzata da Alberto Bassi. Al secondo giro, però, il pilota bresciano sferra l’attacco sul rettilineo e si lancia così al comando. La Brena si infila al terzo posto con Giovanni Altoè che però resta alle calcagna. La manovra di risposta riesce al terzo giro, mentre Bassi ha il suo bel da fare per controllare il quinto posto dall’attacco di Sandro Pelatti. In testa alla gara continua invece fianco a fianco il duello tra Zucchi e Giacomo Altoè che prova a sfruttare le scie, riuscendo nel suo intento al wuinto giro. Le soste obbligatorie con il rispetto degli handicap tempo di 15 secondi a Giacomo Altoè, 10 a Giovanni Altoè e Matteo Zucchi e 5 alla Brena, restituisce una nuova fisionomia con Zucchi che sale al comando davanti a Giacomo Altoè. Pelatti però è scatenato ed alla 14esima tornata guadagna il secondo posto, mentre Bassi è quarto davanti a Brena e Giovanni Altoè. Al traguardo è Giacomo Altoè a vincere, mentre Zucchi si accontenta della seconda posizione pensando alla classifica tricolore. Terzo posto per Sandro Pelatti davanti ad Alessandro Brena, mentre Giovanni Altoè che retrocede fino alla 12esima posizione, penalizzato di un minuto per non essere rientrato in pitlane per la sosta obbligatoria nei giusti termini. L’errore, della sua squadra al muretto, gli costa parecchie posizioni e ora la Brena è sempre più vicina alla seconda piazza in classifica di campionato.