Monza. È stata una corsa, l'unica che la GP3 disputa nel tormentato weekend monzese, piena di sorprese, errori, incidenti, giri in safety-car. Ha vinto George Russell che per tutti i 21 giri disputati ha lottato con i compagni di squadra (ART) Jack Aitken e Anthoine Hubert. Più volte si sono superati, tutti e tre si sono alternati al comando e alla fine l'ha spuntata il leader del campionato, Russell.

L'inglese, Junior Mercedes, ha battuto Aitken (Junior Renault) con un sorpasso decisivo al giro 16, alla Roggia. Sfortunatissimo Nirei Fukuzumi, quarto pilota ART, che doveva partire dalla pole. Doveva... perché per un problema di natura elettronica è rimasto fermo ai box non riuscendo neanche a compiere un giro. Con questo risultato, Russell prende ulteriormente il largo in classifica generale con un totale di 162 punti contro i 119 di Aitken.

Per gli italiani è finita male. Alessio Lorandi, nono in partenza, era scattato bene ritrovandosi subito sesto. Alla prima variante ha dovuto tagliare la curva, costretto dal mucchio selvaggio creatosi con Dorian Boccolacci entrato in contatto con Steijn Schothorst. All'esterno di Lorandi, anche Leonardo Pulcini, settimo in griglia, ha dovuto prendere la via di fuga. Alla successiva staccata della Roggia, Pulcini, urtato leggermente da dietro da Niko Kari, è stato proiettato contro Lorandi salendo sulla sua monoposto e assieme, agganciati, sono andati a sbattere contro le protezioni. Il romano della Arden è rimasto all'interno della vettura e brevemente ha perso conoscenza. Portato al centro medico, non sono state riscontrati particolari problemi, ma per accertamenti è stato trasportato all'ospedale per una TAC di controllo in quanto nell'urto ha sbattuto la testa.