Il fine settimana del 25 settembre avrebbe potuto essere risolutivo per assegnare i titoli 2017 nel DTM, FIA F3 ed ELMS, ma vari colpi di scena in ogni categoria rimandano l’incoronazione in occasione dei rispettivi round finali.

Al Red Bull Ring di Spielberg, Austria, lo svedese Mattias Ekstroem ha sfruttato l’eliminazione del balance of performance per dominare la prima manche del penultimo appuntamento del DTM, al volante della sua Audi, prendendo il largo in classifica generale. Ma in gara due lo svedese non è stato incisivo quanto nella prima frazione e la vittoria è andata a un incredulo Renè Rast (nella foto), che ha approfittato dei problemi di Jamie Green, ritiratosi a pochi chilometri dal traguardo mentre era in testa. Morale della favola: il titolo di Meister verrà assegnato nella Grosse Finale di Hockenheim a metà ottobre.

Rimaniamo a Spielberg per la FIA F3, con Lando Norris che getta alle ortiche la chance di laurearsi campione con un round di anticipo. Il talentuoso pilota junior McLaren è finito fuori pista durante l’ultimo giro della terza manche in seguito a un contatto con Ralf Aron, consegnando il successo a Eriksson, vincitore anche della seconda frazione, dopo la vittoria di Ilott in gara 1. Al pari dei DTM, festa rimandata al 15 ottobre sull’asfalto di Hockenheim. 

Passiamo a Spa-Francorchamps, dove è andato in scena il penultimo round 2017 delle European Le Mans Series, che ha visto il primo successo stagionale di Allen-Bradley-Yacaman con l’Oreca del Team Graff, con appena mezzo secondo di vantaggio sulla vettura gemella G-Drive di Hirakawa-Rojas-Roussel, sempre più leader del campionato. Per conoscere i nuovi campioni dell’Elms sarà dunque necessario attendere il 22 ottobre e la 4 Ore di Portimao. 

Testa a testa made in Motor Valley nel GT Italiano, con Ferrari e Lamborghini a dividersi il bottino nel Super GT3 Pro. A centrare la vittoria in gara-1, confermandosi in testa alla classifica della Super Gt3 Pro, è stato Stefano Gai, autore di una condotta perfetta assieme al rientrante Mirko Venturi, con il quale aveva già dominato nel round inaugurale di Imola lo scorso aprile. In gara-2 ad andare a segno per la terza volta quest'anno sono stati Alex Frassineti e Michele Beretta, che avevano iniziato il loro weekend con un incidente occorso al primo dei due nelle libere.

Show nella Nascar con la vittoria di prepotenza per Kyle Busch a Loudon, nel secondo appuntamento dei play-off. Sullo sconnesso tracciato da un miglio del New Hampshire, il pilota di punta dello schieramento del Joe Gibbs Racing ha passato al comando 187 giri dei 300 disputati, emergendo dalla metà gara in avanti dopo aver fatto segnare la pole al venerdì. Il pilota di Las Vegas ha scampato di pochissimo il disastro al giro 149, quando un testacoda di Kevin Harvick ha generato un’enorme nuvola di fumo, e come nel film “Giorni di Tuono” i piloti si sono trovati costretti a giocare al chi avesse più intuito nel navigare alla cieca.

Dalla pista alla strada con il Campionato Italiano di Velocità di Montagna e la vittoria di Scola su Osella alla 63^ Coppa Nissena. Il neo campione Italiano sulla FA 30 Zytek è uscito vincitore per 14 centesimi di secondo dal serrato duello con Magliona grande protagonista sulla Norma. Alla fine 14 centesimi il gap tra i due. Sul podio anche Nappi su Osella. Doppietta di Ligato in CN. D'Amico, Migliuolo e Scappa sono Campioni Italiani di gruppo A, N e RS turbo. Svolgimento regolare per la gara dell'Automobile Club Caltanissetta dopo la partenza ritardata per il temporale.