Un fine settimana di pioggia e verdetti dall'Europa all'Asia. Al Fuji Toyota torna al successo nel Mondiale Endurance con una bella doppietta davanti al pubblico di casa in una corsa flagellata da pioggia e nebbia. Trionfano Nakajima- Buemi- Davidson davanti a Conway- Kobayashi-Lopez. Nella classifica Costruttori, la Porsche comanda con 270 punti davanti alla Toyota con 211,5, mentre la classifica piloti presenta una situazione più incerta: con Hartley-Bamber-Bernhard a 172 punti davanti a Buemi- Nakajima con 133 punti.

Rimaniamo in Asia, spostandoci in Cina, dove a causa della pioggia la direzione gara ha annullato la Main Race, con l'argentino Guerrieri unico a salire sul primo gradino del podio nel fine settimana del Mondiale Turismo a Ningbo. Da segnalare il momentaneo ritorno in pista di Gabriele Tarquini, 5° nella Opening Race con Honda, in sostituzione dell'infortunato Monteiro. L'assenza del portoghese ha consentito a Thed Bjork di prendere la leadership in classifica per solo mezzo punto. 

Situazione ancora incerta nel Wtcc ma non nel Dtm, con Green (Audi) e Wittmann (Bmw) a spartirsi il bottino di Hockenheim, dove l'unico a gioire veramente è stato René Rast. Che grazie al secondo posto in gara 2 strappa proprio a Wittmann lo scettro di Re del turismo tedesco. 

Primo titolo per Rast, decimo per Paolo Andreucci. L'inossidabile pilota della Garfagnana si è laureato campione italiano rally al Due Valli, ultimo round stagionale del CIR, affiancato dalla navigatrice e compagna Anna Andreussi. Festa grande per la coppia "Ucci-Ussi" tanto quanto per Peugeot, al 10° titolo costruttori.