Ancora con Trident, ancora in GP3. Conferme che, nel 2018, dovranno portare Giuliano Alesi a migliorare i risultati staccati lo scorso anno, la quinta posizione finale in campionato: l'obiettivo sarà trovarsi in lotta per vincere la serie. Non sarà l'unico pilota della Ferrari Driver Academy a cimentarsi in GP3, al via il prossimo 13 maggio, nel week end del Gran Premio di Spagna di Formula 1. Troverà l'inglese Callum Ilott, approdato nel programma giovani piloti di Maranello nel 2017 e impegnato con ART Grand Prix.

«E’ con estremo piacere che annunciamo il proseguimento del nostro legame con Giuliano Alesi, un ragazzo esemplare nei modi, estremamente professionale ed un pilota dal sicuro futuro. Sarà nostra priorità seguirlo con la massima accuratezza in modo da potergli consentire di raggiungere i più ambiziosi traguardi», le parole di Maurizio Salvadori, proprietario di Trident Racing, nell'annunciare l'impegno 2018, in attesa di conoscere i nomi degli altri 3 piloti che affiancheranno Alesi nel team. Quanto al figlio di Jean, ha aggiunto: «Sono molto felice di rimanere a bordo del Team Trident anche nella stagione 2018 della GP3 Series. Ho lavorato duramente nelle scorse stagioni con la scuderia milanese e all’interno del Ferrari Driver Academy. Il mio obiettivo è quello di ripagarli con risultati di assoluto prestigio. Mi sento pronto a disputare una stagione di alto livello».

Sterzi a parte: McLaren & Alonso, adesso o mai più

Un programma Ferrari Driver Academy che, Ilott e Alesi a parte, vedrà Antonio Fuoco impegnato con i colori di Charouz Racing in Formula 2, Charles Leclerc al debutto in Formula 1 con Alfa Romeo Sauber e la covata di giovanissimi nelle serie d'ingresso al mondo delle monoposto, da Marcus Armstrong a Enzo Fittipaldi, proseguendo con Robert Schwartzman, Guan Yu Zhou e il brasiliano Gianluca Petecof, entrato a far parte della FDA lo scorso dicembre.

Mercedes, prima accensione della power unit: il video