Con ben 322 piloti presenti si è disputata a Lonato la 23esima edizione della Winter Cup, una delle più classiche gare karting di inizio stagione. 94 sono stati i partecipanti alla categoria top, la 125 KZ2 a marce: qui Leonardo Lorandi non sfrutta bene la partenza dalla pole position, mentre Ben Hanley che lo affianca sfila primo andando verso la sua quarta vittoria in questa manifestazione (la prima col nuovo telaio Drago). Non è stata però facile: il francese Anthony Abbasse ci ha provato fino all'ultima curva, concludendo 2° a soli 82 millesimi. Vicinissimi anche il 3°, l'altoatesino Fabian Federer a 0"390, e il 4° Francesco Celenta a 0"754.

Tra i favoriti, il bicampione del mondo Paolo De Conto ha concluso 8° risalendo comunque 25 posizioni dopo un incidente nelle manche, mentre Alex Irlando è stato coinvolto in un incidente alla prima curva della finale. Tra i "formulisti" presenti nell'occasione il migliore è risultato Alessio Lorandi, 15° in finale, mentre Antonio Fuoco ha mancato di poco l'accesso alla finale dopo le manche eliminatorie (38°).

 

Per quanto riguarda le altre categorie in gara, nella OK ha svettato il tedesco Hannes Janker dopo aver superato il danese Nicklas Nielsen, 2° davanti allo spagnolo Pedro Hiltbrand. Il giro più veloce in gara non ha invece "salvato" il weekend dell'italiano Lorenzo Travisanutto, grande protagonista iniziale ma alla fine penalizzato di 10 secondi in finale. In OK Junior non è piaciuto ai commissari il sorpasso che aveva permesso all'italiano Luca Griggs di tagliare per primo il traguardo: la relativa penalità l'ha retrocesso 3°, restituendo il primo posto al pilota estone Paul Aron davanti per 0"546 al francese Sami Meguetounif. Infine vittoria di Andrea Kimi Antonelli nella 60 MiniRok, riuscito a recuperare dopo essere scivolato 4° (dalla pole) al via. L'hanno seguito sul podio il polacco Karol Pasiewicz e Cristian Bertuca. Qui il figlio d'arte Brando Badoer si è piazzato 7°, mentre in OKJ Enzo Trulli e Sebastian Montoya erano arrivati 24° e 28° rispettivamente.