Successo importantissimo per Ronnie Quintarelli e Tsugio Matsuda alla 500 chilometri del Fuji, seconda tappa del Super GT giapponese 2018. I piloti della Nissan si sono imposti prendendo anche la testa del campionato nel round infrasettimanale della serie, che approfitta delle feste nazionali della "Golden Week" (festa dell'Imperatore, festa del Verde e festa dei Bambini). Grande protagonista Quintarelli, che è partito dalla terza posizione dopo la qualifica "dimezzata" del sabato. Subito balzato davanti a Kazuya Oshima, il veronese ha dopo pochi metri passato il poleman Yuji Tachikawa con uno spettacolare attacco all'esterno. Pur non riuscendo ad andare via a causa del traffico, Quintarelli ha condotto buona parte del primo stint, prima di essere insidiato e superato dal rimontante Heikki Kovalainen.

Nel turno centrale però, Matsuda si è mantenuto negli scarichi di Sho Tsuboi, che sostituiva Kamui Kobayashi impegnato nel WEC. In occasione della seconda sosta (la gara è più lunga di quelle abituali, da 300 chilometri), il team Nismo ha completato un perfetto overcut, e Quintarelli si è ritrovato davanti al finnico della Lexus. A quel punto, scaldate le gomme, ha piazzato il giro più veloce prima di andarsene in solitaria. Quasi 10" il margine sul traguardo.

Alle spalle di Kovalainen-Tsuboi hanno concluso Tachikawa e Hiroaki Ishiura. Battaglia per il quarto posto tra altre due Lexus, quelle di Rossiter-Sekiguchi e Ishiura-Rosenqvist. Un errore di Ishiura ha dato via libera all’inglese: il team LeMans, che in settimana aveva pianto l'improvvisa scomparsa del responsabile tecnico Kenji Yamada, si è dovuto così accontentare il quinto posto. Non facile la prova delle Honda, con Nojiri-Izawa ottavi e Yamamoto-Button noni. La squadra dell'inglese ha provato ancora una strategia "creativa" evitando il cambio di due gomme alla seconda sosta. Comunque, Button e Yamamoto sono terzi in graduatoria alle spalle di Matsuda-Quintarelli e dei vincitori di Okayama Tsukakoshi-Kogure.

L'ordine d'arrivo della 500Km del Fuji, seconda tappa del Super GT 2018:

1 - Matsuda/Quintarelli (Nissan GT-R) - NISMO - 110 giri
2 - Kovalainen/Kobayashi (Lexus LC500) – Sard - 9"738
3 - Tachikawa/Ishiura (Lexus LC500) – Cerumo - 23"45
4 - Rossiter/Sekiguchi (Lexus LC500) – Tom's - 33"144
5 - Oshima/Rosenqvist (Lexus LC500) – LeMans - 35"326
6 - Sasaki/Mardenborough (Nissan GT-R) – Impul - 36"216
7 - Hirakawa/Cassidy (Lexus LC500) – Tom's - 38"51
8 - Nojiri/Izawa (Honda NSX) – Arta - 1'02"192
9 - Yamamoto/Button (Honda NSX) – Kunimitsu - 1'17"582
10 - Motoyama/Chiyo (Nissan GT-R) – BMAX - 1 giro

In campionato
1. Matsuda-Quintarelli 26; 2. Tsukakoshi-Kogure 21; 3. Yamamoto-Button 17; 4. Kovalainen, Hirakawa-Cassidy, Tachikawa-Ishiura 15