MISANO - Alessio Rovera si è preso la rivincita con tutti gli interessi. Dopo il weekend di Monza suo malgrado disastroso (l'incidente con Simone Iaquinta in gara-1 e l'impossibilità di prendere poi il secondo via), il pilota varesino ha conquistato a Misano il suo quarto successo tricolore di questa stagione.

Una vittoria che lo consolida al comando del campionato davanti al suo compagno di squadra Tommaso Mosca. Il duo dello Tsunami Rt ha dettato il ritmo tanto nelle qualifiche, quando Rovera ha ottenuto la sua terza pole 2018 seguito a 120 millesimi proprio da Mosca, e poi anche nella prima delle due gare del weekend.

Al via Rovera si è involato subito al comando e ci è rimasto fino al traguardo. Mosca, 18 anni e alla sua prima stagione nel monomarca di Porsche Italia, gli è stato sempre dietro, pur dovendosi guarda le spalle da Enrico Fulgenzi, alla fine sul gradino più basso del podio con i colori del team Ghinzani Arco.

Due le safety car, che hanno ricompattato il gruppo e reso più interessante la situazione. La prima per l'uscita di pista nell'arco della tornata iniziale della vettura di Walter Palazzo. La seconda per la carambola innescata da Daniele Cazzaniga (penalizzato di 25") che ha coinvolto Diego Bertonelli e Luca Segù, in quel momento nel gruppo di testa. A chiudere quarto è stato alla fine Iaquinta, con la vettura della Ombra Racing. Bene Gianmarco Quaresmini, il migliore della pattuglia del team Dinamic Motorsport, quinto davanti a Simone Pellegrinelli (Bonaldi).

Nella Michelin Cup, Alex De Giacomi ha firmato un altro successo per lo Tsunami Rt. Dietro di lui è giunto Bashar Mardini (GDL Racing), che ha così potuto conquistare altri punti importanti per confermarsi leader nella sua classe. Vittoria di "Giagua" infine nella Silver Cup.