Marco Wittmann si aggiudica una tiratissima Gara 2 precedendo di soli quattro decimi Edoardo Mortara e di otto il sorprendente spagnolo Daniel Juncadella, autore della sua prima Pole Position. Anche questa volta la strategia giusta è stata premiante sul cortissimo circuito cittadino del Norisring. Il valzer dei Pit stop è iniziato già al primo giro, con il nostro portacolori tra i primi per evitare il traffico, mentre il futuro vincitore Wittmann si è fermato al decimo passaggio. L’italiano di Ginevra ha cominciato la rimonta sul leader Marco Wittmann (che aveva conquistato la leadership virtuale al 24° giro) a circa 20 giri dal termine, seguito come un’ombra da Juncadella, ma gomme e freni non gli sono bastati per impensierire il bi-Campione della BMW. Wittmann si è difeso chiudendo la porta alla Grundig nei giri finali, senza dare chances al duo di Stoccarda. Dietro di loro Bruno Spengler, Lucas Auer e Paul di Resta, un trio che ha battagliato a lungo, gratificando il folto pubblico che affollava le tribune. Dopo la débâcle di Gara 1 le Audi sembravano “guarite” con il miglior tempo di Rockenfeller nelle libere mattinali, ma qualifica e gara sono state impietose per la Casa di Ingolstadt che è riuscita a piazzare con fatica Nico Müller e Robin Frijns nei punti, rispettivamente settimo ed ottavo: risultato frutto più della strategia che della ritrovata competitività della RS5 DTM. Chiudono i Top 10 Pascal Wehrlein, partito ultimo e risalito con caparbietà e Timo Glock, a lungo impegnato in un vincente duello con Gary Paffett che, partendo dalla prima fila, ha compiuto una gara disastrosa, lontano anni luce da quando era soprannominato “Mr. Norisring”. È sicuramente lui l’autore del “manuale degli errori” di questa giornata. In classifica l’alfiere della Mercedes mantiene la leadership con 99 punti davanti al nostro Mortara con 93, al vincitore di Gara 2 Wittmann che si affianca al team mate Timo Glock a quota 92.

Ordine di arrivo - Gara 2

1 - Marco Wittmann (BMW) - RMG - 68 giri in 56'13''000 alla media di 166.926 km/h
2 - Edoardo Mortara (Mercedes) - HWA - 0''451
3 - Daniel Juncadella (Mercedes) - HWA - 0''860
4 - Bruno Spengler (BMW) - RBM - 5''497
5 - Lucas Auer (Mercedes) - HWA - 6''062
6 - Paul Di Resta (Mercedes) - HWA - 11''707
7 - Nico Müller (Audi) - Abt - 12''724
8 - Robin Frijns (Audi) - Abt - 13''748
9 - Pascal Wehrlein (Mercedes) - HWA - 17''917
10 - Timo Glock (BMW) - RMR - 29''239
11 - Philipp Eng (BMW) - RMR - 29''559
12 - Joel Eriksson (BMW) - RBM - 31''139
13 - Gary Paffett (Mercedes) - HWA - 32''071
14 - René Rast (Audi) - Rosberg - 33''201
15 - Jamie Green (Audi) - Rosberg - 35''547
16 - Mike Rockenfeller (Audi) - Phoenix - 37''893
17 - Augusto Farfus (BMW) - RMG - 47''521
18 - Loic Duval (Audi) - Phoenix - 1 giro

Giro più veloce: il 10° di Jamie Green in 48''311 alla media di 171.390 km/h

Il campionato dopo 8 di 20 gare
1.Paffett 99 punti; 2.Mortara 93; 3.Wittmann, Glock 92; 5.Di Resta 87; 6.Auer 72;
7.Eng 53; 8.Wehrlein, Spengler 43; 10.Rockenfeller 34.