Nella seconda manche disputata dal DTM sul circuito ubicato nella regione dell’Eifel, sede dell’ottavo atto stagionale, il campione in carica della categoria René Rast ha colto il terzo successo nel 2019, confermando il predominio espresso nella prima manche. Il driver tedesco, che ha strenuamente difeso la leadership della corsa nelle prime fasi di gara dagli attacchi di uno scatenato Gary Paffett, ha tirato un respiro di sollievo quando il due colte campione inglese è rimasto attardato nelle corsia box a causa di un pneumatico che non voleva saperne di sganciarsi nel corso del cambio gomme.

Da quel momento, il vincitore ha gestito la manche con otto secondi di vantaggio su Paul di Resta, che ha preceduto sotto la bandiera a scacchi Marco Wittmann. Ancora una volta, le tre Case impegnate nel DTM hanno avuto un portacolori sul podio.

Gary Paffett ha limitato i danni riuscendo a risalire fino alla quinta posizione alle spalle dei Bruno Spengler. Il pilota inglese è stato protagonista di ottimi sorpassi ai danni dei rookies Joel Eriksson e Philipp Eng. Lucas Auer e Timo Glock sono stati protagonisti di un incidente nel secco tornante che segue il rettilineo principale. La Mercedes del driver austriaco è stata tamponata dalla BMW del rivale, penalizzato dagli steward con un drive-through. Edoardo Mortara ha chiuso in quattordicesima posizione dopo essere scattato dall’ultima posizione in griglia e aver subito una penalizzazione di trenta secondi per aver tamponato Nico Mueller nel corso dell’ultimo giro. Al vertice della graduatoria generale, Gary Paffett mantiene tre punti di vantaggio sul team mate Paul Di Resta.

Il prossimo appuntamento stagionale è previsto al Red Bull Ring il 22 e 23 di settembre.