Il week end in Austria ha consegnato le chiavi del campionato di Formula 3 a Mick Schumacher, che si invola verso l’incoronazione di Hockenheim. In rimonta, su Dan Ticktum. Risultati scritti in pista a partire da Spa-Francorchamps che, dopo l’ultima gara di Spielberg, hanno lasciato spazio a insinuazioni da social network, firmati (e poi cancellati), Ticktum: accuse velate che dietro gli exploit di Mick Schumacher possano esserci chissà quali misteri tecnici.

Già nella tre giorni sul Red Bull Ring il pilota del programma giovani del team austriaco aveva sollevato dubbi sulla velocità delle monoposto del team Prema. La replica di Mick Schumacher, riportata da Speedweek, ha contorni pacati: «Auguro a Ticktum buona fortuna, che resti nella lotta per il campionato, ma sono concentrato su me stesso, è questa la chiave».

Il vantaggio di 49 lunghezze è un buon margine da gestire sulle tre gare di Hockenheim. Quanto alle insinuazioni poi rese pubbliche su Instagram da Ticktum, Schumacher ha chiarito: «Non do ascolto a certe cose. La macchina è fantastica, come team siamo progrediti mentre altri possono essersi fermati a un certo punto.

L'editoriale: Questi sono giorni di sogni e da sogno

Tutti migliorano durante l’anno, noi non abbiamo mai smesso di lavorare e imparare. Dopo la vittoria a Spa non è stato semplice, ma siamo riusciti a essere costanti, specialmente in qualifica».