Prima fila Ticktum-Ilott, sabato, a Macao. La gara di qualifica scatterà con il pilota del team Motopark davanti a tutti, autore del giro più veloce nella seconda sessione di qualifica, in 2’09”910. Due passaggi in sequenza, il primo già sufficiente a garantire la prima posizione, a due minuti dal termine della sessione, poi 2'09", che rifila oltre 4 decimi a Callum Ilott. 

Assente dalle posizioni di testa Mick Schumacher, solo nono a 1”4 da Ticktum, dopo aver realizzato la miglior prestazione nel turno di libere che ha preceduto la qualifica 2. Sessione condizionata dai numerosi incidenti, l’ultimo proprio negli istanti finali, con Joel Eriksson andato a impattare contro la macchina di Ukyo Sasahara, intraversatasi in uscita dall’ultima curva. Eriksson autore del quarto tempo, dietro Sacha Fenestraz.

Sono riuscito a mettere tutto insieme, diversamente dall’anno scorso. Stava diventando una situazione uguale ma ho provato a fare il giro dopo la fase di neutralizzazione con bandiere gialle.

Il 2’10”1 era quasi perfetto, quello successivo sono riuscito a correggere un paio di errori. Quest’anno la pista sembra essere di gran lunga migliore, non usiamo troppo le gomme a quanto pare, hai un paio di giri in più di quanto non fosse in passato, puoi farne 3 o 4 veloci”, ha commentato Ticktum.

 

1

Dan Ticktum

Motopark

2’09”910

2

Callum Ilott

Carlin

+0”443

3

Sacha Fenestraz

Carlin

+0670

4

Joel Eriksson

Motopark

+1”081

5

Guan Yu Zhou

Prema

+1”220

6

Jake Hughes

Hitech GP

+1”245

7

Marino Sato

Motopark

+1”352

8

Marcus Armstrong

Prema

+1”419

9

Mick Schumacher

Prema

+1”472

10

Ralf Aron

Prema

+1”536