L’incidente che ha sconvolto la Feature Race della Formula 2 a Spa ha avuto un esito orribile. Anthoine Hubert, 22 anni, è morto in seguito alle ferite riportate nella collisione con Correa.

Una dinamica drammatica, che non ha lasciato scampo al vincitore della scorsa stagione della GP3. Il giovane pilota, appena entrato a far parte della Renault Sport Academy, ha perso il controllo della sua vettura alla Raidillon. La monoposto ha sbattuto con violenza sulle barriere, per poi rimbalzare e tornare a centro pista, nell’istante in cui stava passando Correa.

L’impatto è stato inevitabile e devastante: la vettura di Hubert si è letteralmente spezzata a metà, quella di Correa si è ribaltata più volte ed ha finito la sua corsa pochi metri più avanti. Una dinamica che ricorda da molto vicino la sequenza terribile di cui è stato protagonista Zanardi, ma dall’esito, questa volta tragico.

Per il francese non c’è stato nulla da fare, purtroppo è deceduto sul colpo.

L’altro pilota coinvolto, Juan Manuel Correa, ha riportato ferite alle gambe, è in condizioni stabili e al momento si trova presso l’ospedale di Liegi.

Alla famiglia di Anthoine Hubert, vanno le più sentite condoglianze dalla redazione di Autosprint.