In una gara tutta disputata in regime di bandiera verde, Simon Pagenaud ha conquistato il suo primo successo per il team Penske a Long Beach, nel terzo round dell’IndyCar Series 2016. Il pilota francese ha preso il comando battendo Scott Dixon in uscita dall’ultimo pit-stop quando, per tenere dietro il neozelandese, ha attraversato la linea gialla di delimitazione della pit-lane. Una mossa che gli ha consentito di prevalere, ma vietata dal regolamento. Gli steward hanno però deciso di lasciar correre, dando al transalpino solo un avvertimento e causando qualche polemica in casa Ganassi. Comunque, Dixon ha mostrato nuovamente di sapersi spingere al top anche nei weekend iniziati con qualche difficoltà, continuando in uno dei suoi migliori inizi di campionato degli ultimi anni. Terzo ha terminato Helio Castroneves, al comando dalla pole nelle fasi iniziali, mentre Juan Pablo Montoya, poco incisivo per tutta la durata della corsa, ha terminato quarto. Più indietro, alle spalle di un positivo Takuma Sato leader dello schieramento Honda, ha terminato Will Power. Dopo aver scelto una configurazione “scarica” in termini di aerodinamica, l’australiano si è visto penalizzare da una sosta ai box lenta. In top-10 anche James Hinchcliffe, Sebastien Bourdais e Josef Newgarden, mentre Ryan Hunter-Reay è finito per toccare le barriere chiudendo diciottesimo. Dopo le prestazioni eccellenti della qualifica, col passaggio in Q2, Luca Filippi ha perso terreno per un danno all’ala nelle prime fasi che ha richiesto un pit-stop più lungo, senza poter beneficiare di situazioni di caution. Marcco Cortesi Questa la classifica: 1. Pagenaud (Dallara DW12-Chevy) 80 giri; 2. Dixon (Dallara DW12-Chevy) a 0"3032; 3. Castroneves (Dallara DW12-Chevy) a 10"8376; 4. Montoya (Dallara DW12-Chevy) a 12"2162; 5. Sato (Dallara DW12-Honda) a 12"2918; 6. Kanaan (Dallara DW12-Chevy) a 17"6267; 7. Power (Dallara DW12-Chevy) a 18"7449; 8. Hinchcliffe (Dallara DW12-Honda) a 19"0362; 9. Bourdais (Dallara DW12-Chevy) a 22"9147; 10. Newgarden (Dallara DW12-Chevy) a 23"6654; 11. Kimball (Dallara DW12-Chevy) a 24"2179; 12. Munoz (Dallara DW12-Honda) a 40"1250; 13. Daly (Dallara DW12-Honda) a 47"1809; 14. Chilton (Dallara DW12-Chevy) a 53"9106; 15. Rahal (Dallara DW12-Honda) a 56"9082; 16. Aleshin (Dallara DW12-Honda) a 1’01"2966; 17. Filippi (Dallara DW12-Honda) a 1’08"0543; 18. Hunter-Reay (Dallara DW12-Honda) a 1’30"3302; 19. Andretti (Dallara DW12-Honda) a 1 giro; 20. Rossi (Dallara DW12-Honda) a 1 giro; 21. Hawksworth (Dallara DW12-Honda) a 3 giri. Giro più veloce, l’8° di Kimball in 1’07”6661. Il campionato 1. Pagenaud 134; 2. Dixon 120; 3. Montoya 106; 4. Castroneves 92; 5. Kanaan 73.