Max Chilton ha guidato ad Indianapolis il turno di libere del lunedì per la 500 Miglia, con team e piloti all’ultima vera sessione di prove prima del “carb day”, il warm-up del venerdì, e della gara. Tutti sono scesi in pista completamente in assetto gara, ed il team Ganassi è restato al top con Max Chilton: l’inglese ha preceduto Ed Jones ed il poleman Scott Dixon. Quest’ultimo ha anche dovuto ritrovare lucidità dopo essere stato rapinato, pistola alla testa, dopo le prove da due ragazzi di 15 e 14 anni. Presenti anche la moglie di Dixon e Dario Franchitti, che stavano ordinando ad un fast food nei pressi dello Speedway. Già in carcere i due rapinatori, e già al vertice ancora Dixon, che ha preceduto Simon Pagenaud.

Per il transalpino, così come per il team Penske, c’è stato il risveglio dopo una pessima qualifica e anche Helio Castroneves si è rivisto in top-10 al sesto posto, con i due alfieri del Capitano migliori rappresentanti dello schieramento Chevy. Anche se tutti monteranno propulsori nuovi per la gara, sono continuati i dubbi sull’affidabilità dei motori Honda: stavolta è stato Oriol Servia a trovare guai, rompendo il suo V6. Per il resto, nessun incidente da segnalare in una giornata piuttosto tranquilla nonostante i grandi pacchetti di mischia, e con buone condizioni meteo. 

Prove in scioltezza per Fernando Alonso che ha chiuso dodicesimo battagliando nel traffico dopo l’eccellente qualifica in seconda fila: per lui e per Sage Karam massimo numero di giri completati, 45. Tutti i team e i piloti sono stati coinvolti in simulazioni di gara e come sempre il team Andretti è stato tra i più attenti: Takuma Sato, Ryan Hunter-Reay ed Alexander Rossi hanno terminato rispettivamente quinto, settimo e nono, davanti a Marco Andretti. Inoltre, si sono provati a lungo i pit-stop.

Nel frattempo, è stata calcolata la nuova classifica dell’IndyCar Series, che considera i punti attribuiti nella qualifica: Dixon è il nuovo leader, con 21 punti di vantaggio su Pagenaud e ben 52 su Will Power mentre, in ospedale, Sebastien Bourdais è già in piedi e desideroso di iniziare la riabilitazione.

 

Lunedì 22 maggio 2017, libere 8 - Classifica

1 - Max Chilton (Dallara DW12-Honda) – Ganassi - 228.592 mph (367.883 kmh)
2 - Ed Jones (Dallara DW12-Honda) – Coyne - 228.118
3 - Scott Dixon (Dallara DW12-Honda) – Ganassi - 227.165
4 - Simon Pagenaud (Dallara DW12-Chevy) – Penske - 226.998
5 - Takuma Sato (Dallara DW12-Honda) – Andretti - 226.806
6 - Helio Castroneves (Dallara DW12-Chevy) – Penske - 226.705
7 - Ryan Hunter-Reay (Dallara DW12-Honda) – Andretti - 226.542
8 - Sage Karam (Dallara DW12-Chevy) – DRR - 226.381
9 - Alexander Rossi (Dallara DW12-Honda) – Andretti - 226.376
10 - Marco Andretti (Dallara DW12-Honda) – Andretti - 226.237