Seconda vittoria dell’anno e nella carriera in Nascar Cup per Ricky Stenhouse a Daytona. Il pilota del team Roush Fenway Racing ha sorpreso tutti sul velocissimo superspeedway della Florida nel “ritorno” estivo, uscendo indenne dai numerosi incidenti della serata e ripetendo il successo di Talladega. Ripartito al meglio dopo un incidente multiplo che aveva portato ad una bandiera rossa conclusiva, Stenhouse è riuscito a guadagnare la vetta su David Ragan, che ha poi terminato al sesto posto, e non si è fatto impensierire dagli avversari all'overtime. Nuovo secondo posto per Clint Bowyer, che con la migliore delle Ford del team Stewart-Haas si è confermato velocissimo pur mancando ancora l’appuntamento col successo. Alle sue spalle, un ottimo Paul Menard per il team Childress.

La corsa ha portato ad un record di ben 14 situazioni di safety-car molte delle quali dovute a problemi con le gomme. Il crash più importante è stato quello avvenuto nel finale, e che ha coinvolto proprio Stenhouse e fatto brevemente decollare il leader di campionato Kyle Larson. Altri botti hanno visto protagonisti Kevin Harvick e Kyle Busch (per forature) e hanno messo KO piloti come Kurt Busch, Matt Kenseth (vincitore del secondo traguardo intermedio) e Martin Truex.

KO nel secondo “big one” anche Dale Earnhardt Jr, che prima aveva toccato leggermente il muro riportando danni alla fiancata, e poi, recuperati i due giri di distacco, si è visto costretto al ritiro in quella che potrebbe essere la sua ultima apparizione ufficiale al Daytona International Speedway.

Bel quarto posto invece per Michael McDowell con il team a conduzione familiare Leavine, mentre Ryan Blaney ha preceduto Ragan al quinto posto. Diversi piloti “minori” hanno approfittato degli eventi di gara incassando piazzamenti di prestigio per le rispettive squadre. Brendan Gaughan ha terminato settimo davanti ad AJ Allmendinger, mentre Corey LaJoie, alle sue prime apparizioni, si è messo dietro nientemeno che Jimmie Johnson.

L’ordine d’arrivo della Coke Zero 400 di Daytona, diciassettesima tappa della Monster Energy NASCAR Cup Series:

1 - Ricky Stenhouse Jr.  (Ford) – Roush - 163 giri
2 - Clint Bowyer (Ford) – Stewart/Haas - 163
3 - Paul Menard (Chevy) – Childress - 163
4 - Michael McDowell  (Chevy) – Leavine - 163
5 - Ryan Blaney (Ford) – Wood - 163
6 - David Ragan (Ford) - Front Row - 163
7 - Brendan Gaughan (Chevy) – Beard - 163
8 - AJ Allmendinger (Chevy) – JTG - 163
9 - Erik Jones (Toyota) - Furniture Row - 163
10 - Chris Buescher (Chevy) – JTG - 163

In campionato

1. Kyle Larson 667; 
2. Martin Truex 649; 
3. Kyle Busch 559; 
4. Kevin Harvick 557; 
5. Brad Keselowski 535.