Ancora una volta la Nascar 2017 ha portato ad una sfida tra Martin Truex Jr. e Kyle Larson. I due outsider della stagione, che monopolizzano le prime posizioni in classifica, hanno lottato in occasione dell’ultimo re-start nella Pure Michigan 400, ed il pilota di Chip Ganassi, autore di una straordinaria ripartenza, è riuscito a prevalere dal terzo posto, prendendo il comando a suon di sportellate e precedendo il rivale approfittando nella lotta interna con Erik Jones. Autorizzato da Chip Ganassi a prendere parte ai Knoxville Nationals, rinomato appuntamento Sprint Car che si disputava il sabato, Larson è rientrato alle tre del mattino ma ha recuperato al meglio centrando la sua terza affermazione dell’anno e la terza consecutiva al Michigan International Speedway.

Truex, che già aveva vinto il secondo traguardo intermedio, ha pagato un re-start non perfetto chiudendo comunque secondo. A lottare con lui è stato Jones, compagno al Furniture Row Racing: ancora una volta, la scuderia di Barney Visser, con sede in Colorado, lontano dalle armate della categoria, ha messo in crisi team con ben altri budget, mentre anche Ryan Newman, per il team Childress, si è messo in luce al quarto posto. In realtà, la top-10 ha visto presenti tanti outsider, che si sono espressi al meglio su un tracciato velocissimo ma insidioso quanto ad irregolarità della superficie. 

La top-5 è stata completata da Trevor Bayne, con la prima delle Ford del team Roush, mentre il team JTG ha potuto festeggiare con Chris Buesher in sesta posizione. Solo decimo Kyle Busch, comunque primo tra i titolati della Sprint Cup davanti al fratello maggiore Kurt. Tredicesimo ha completato la corsa Kevin Harvick davanti a Dale Earnhardt Jr. Ai margini della top-20 Jimmie Johnson, costretto a passare subito alla vettura di scorta dopo un botto nelle libere. 

Parlando del team Hendrick, Kasey Kahne, da pochi giorni appiedato in favore del giovanissimo Willam Byron per il 2018, è finito a muro nel corso del 139° passaggio, quando ha attaccato Daniel Suarez tagliandogli la linea prima di aver completato l’azione di sorpasso. Ha perso smalto nel finale il polesitter Brad Keselowski, che aveva dominato le prime fasi ma si è poi trovato con una vettura non ottimale. 

L’ordine d’arrivo della Pure Michigan 400 di Brooklyn (MI), ventitreesima tappa della Monster Energy Nascar Cup Series:

1 - Kyle Larson (Chevy) – Ganassi - 202 giri
2 - Martin Truex Jr. (Toyota) - Furniture Row - 202
3 - Erik Jones (Toyota) - Furniture Row - 202
4 - Ryan Newman (Chevy) – Childress - 202
5 - Trevor Bayne (Ford) – Roush - 202
6 - Chris Buescher (Chevy) – JTG - 202
7 - Austin Dillon (Chevy) – Childress - 202
8 - Chase Elliott (Chevy) – Hendrick - 202
9 - Jamie McMurray  (Chevy) – Ganassi - 202
10 - Kyle Busch (Toyota) – Gibbs - 202

In campionato:
1. Martin Truex 933
2. Kyle Larson 804
3. Kyle Busch 997
4. Kevin Harvick 787
5. Brad Keselowski 720