A Budapest, mercoledì, nei test con la Williams per offrire un metro di confronto diretto con le prestazioni di Robert Kubica; a Daytona, il 27 gennaio prossimo, con United Autosports per far coppia con Will Owen - e in attesa del terzo che completerà l'equipaggio - nella 24 Ore. Paul Di Resta è stato annunciato dalla scuderia di Zak Brown e Richard Dean, un impegno circoscritto all'appuntamento d'apertura della serie IMSA 2018, come limitata alla singola partecipazione sarà la presenza di Lando Norris, fresco vincitore del campionato di Formula 3 Europa, pilota nell'orbita McLaren che farà coppia con Phil Hanson sulla seconda Ligier JS P217 schierata dal team.

Da scoprire ancora il nome del terzo pilota, dopo le indiscrezioni circolate nelle ultime settimane di una possibile partecipazione di Fernando Alonso, in procinto di firmare un nuovo contratto con McLaren.

Quanto a Di Resta, lo scenario 2018 in Williams è tutto da definire e un'eventuale sostituzione di Massa con il terzo pilota del team non sembra la strada più utile da percorrere per il team. Il pilota scozzese, ex Formula 1 - tornato in pista nel GP d'Ungheria in sostituzione di Massa - e DTM, sarà alla prima esperienza in una gara di durata: «Non ho mai corso una 24 ore né su un prototipo, quindi sarà tutto nuovo per me e non vedo l'ora di iniziare questa sfida. Partecipare a una gara di 24 ore è una possibilità che ho sondato in passato e quando Zak me l'ha chiesto ho colto al volo l'opportunità. La Rolex 24 Daytona è sempre più importante ogni anno, sarà fantastico farne parte. Ho in programma di svolgere dei test prima della gara per integrarmi con la squadra e saggiare la macchina prima di andare a Daytona a gennaio». Il 27 prenderà il via la gara, dal 5 al 7 gennaio sono in programma le sessioni di prova, il Roar before 24.

Sull'ingaggio di Di Resta, Zak Brown ha commentato: «Pur non avendo mai guidato la nostra macchina in precedenza, ha tantissima esperienza in diverse categorie, pertanto ho fiducia che riuscirà a fare una buona gara»

Per United Autosports, quella 2018 sarà l'edizione del ritorno a Daytona dopo l'ultima partecipazione nel 2011, quando Brundle, Blundell, Patterson, Brown chiusero al quarto posto su un prototipo Riley Ford.

Carey torna a parlare di un secondo GP USA