È stato un dominio come non se ne vedevano da un po' quello di Brad Keselowski sul cortissimo ovale di Martinsville. Il pilota del team Penske ha centrato la sua seconda vittoria dell'anno sul piatto tracciato da mezzo miglio della Virginia, restando costantemente competitivo e portando a casa il celebre trofeo della corsa, l’orologio a pendolo Martinsville prodotto dalla locale Ridgeway Clock. A contendere il successo a Keselowski è stato solo, brevemente, Chase Elliott, che gli aveva strappato anche la leadership sul finale. Il pilota del team Hendrick avrebbe meritato di lottare per il successo, contando su una vettura più performante sui long-run, ma un problema di fissaggio di una gomma all'ultima sosta gli ha fatto perdere delle posizioni. Ha comunque finito secondo alle spalle della Ford vincitrice, unico rappresentante Chevrolet della top-10 e unico "faro" di un team Hendrick in enorme difficoltà. 

L'ex squadra-schiacciasassi ha faticato tantissimo, e il pluricampione Jimmie Johnson si è perfino trovato sotto di due giri. Al terzo posto Kyle Busch, alfiere del Gibbs Racing, team che con Penske si spartisce le vittorie in gara sin dallo scorso ottobre. Quarto, Ryan Blaney ha preceduto Denny Hamlin (rispettivamente Penske e Gibbs) e un preoccupato Kevin Harvick. Il californiano dello Stewart-Haas Racing era, insieme ai compagni di scuderia, un vero mattatore nelle scorse stagioni, ma a dispetto dei tanti piazzamenti, non è ancora stato in lotta per il successo nelle fasi decisive delle varie gare. 

La squadra di Gene Haas e Tony Stewart, nonostante lo stesso materiale tecnico di Penske, deve ancora trovare il giusto indirizzo tecnico, e spera di rifarsi in Texas, su una pista più "normale" in termini di assetti rispetto a quelle degli appuntamenti precedenti. Comunque, grazie ai tanti punti accumulati con le vittorie ai traguardi intermedi delle varie corse, Harvick rimane terzo in classifica, pur senza nessun risultato nei primi 3 finali.

L'ordine d'arrivo della STP 500 di Martinsville (top-10)


1 - Brad Keselowski (Ford) – Penske - 500 giri
2 - Chase Elliott (Chevy) – Hendrick - 500
3 - Kyle Busch (Toyota) – Gibbs - 500
4 - Ryan Blaney (Ford) – Penske - 500
5 - Denny Hamlin (Toyota) – Gibbs - 500
6 - Kevin Harvick (Ford) – Stewart/Haas - 500
7 - Clint Bowyer (Ford) – Stewart/Haas - 500
8 - Martin Truex Jr (Toyota) – Gibbs - 500
9 - Aric Almirola (Ford) – Stewart/Haas - 500
10 - Daniel Hemric (Chevy) – Childress - 500

 

Il campionato


1. Kyle Busch 273 
2. Hamlin 252 
3. Harvick 248 
4. Logano 245 
5. Keselowski 236.