E' tornato finalmente al successo Kevin Harvick. Uno dei campioni più amati e capaci della Nascar, il pilota californiano era da tempo a secco, pur essendori spesso e volentieri rivelato competitivo. A causa del predominio di due team, Gibbs e Penske, che nell'ultimo anno hanno vinto quasi tutte le gare, sembrava aver perso la sua principale caratteristica, quella di essere ogni weekend tra i favoriti. Stavolta, sull'atipico ovale di Loudon da 1 miglio, ha capito che la chance sarebbe stata propizia. Nel finale, Harvick ha così duellato con Denny Hamlin, che l'ha insidiato tentando anche di "spostarlo" con le cattive. I due sono arrivati più volte al contatto tanto che, dopo il traguardo, la Ford numero 4 è transitata con una gomma che fumava per l'attrito contro la carrozzeria danneggiata.

Mossa decisiva per Harvick, quella di restare fuori dai box in occasione dell'ultima sosta, con 29 giri alla fine: il team Stewart-Haas sperava che avrebbe tenuto tutti dietro con la sua grinta, nonostante le gomme meno fresche, ed è esattamente ciò che è successo, a dispetto anche del traffico. Al terzo posto ha chiuso Erik Jones, compagnp di Hamlin, autore della stessa scelta di Harvick. Il pilota di casa Toyota ha dovuto recuperare dal fondo dopo un contatto ai box con Alex Bowman, spedendo anche a muro Ricky Stenhouse per eccesso di aggressività. Quarto si è piazzato Ryan Blaney, migliore rappresentante del team Penske, mentre Matt DiBenedetto, con la Toyota "satellite" del team Leavine ha centrato una nuova top-5, sfruttando al meglio le quattro gomme nuove montategli. 

Corsa difficile per Martin Truex, sesto, seguito da Ryan Newman e Kyle Busch. Quest'ultimo, competitivo nella prima parte di gara e nei primi due traguardi intermedi, ha perso terreno per un contatto con un avversario e una strisciata a muro. Top-10 per Joey Logano e Brad Keselowski, dodicesimo William Byron, miglior rappresentante Chevrolet e del team Hendrick.

L'ordine d'arrivo della Foxwoods Resort Casino 300 di Loudon (Top-10):

1 - Kevin Harvick (Ford) – Stewart/Haas - 301 giri
2 - Denny Hamlin (Toyota) – Gibbs - 301
3 - Erik Jones (Toyota) – Gibbs - 301
4 - Ryan Blaney (Ford) – Penske - 301
5 - Matt DiBenedetto (Toyota) – Leavine - 301
6 - Martin Truex Jr (Toyota) – Gibbs - 301
7 - Ryan Newman (Ford) – Roush - 301
8 - Kyle Busch (Toyota) – Gibbs - 301
9 - Joey Logano (Ford) – Penske - 301
10 - Brad Keselowski (Ford) – Penske - 301

In campionato (proiezione playoff)

1. Kyle Busch 2037; 2. Logano 2032; 3. Truex 2027; 4. Keselowski 2025; 5. Hamlin 2020