Kevin Harvick ce l'ha fatta ancora. Il pilota del team Stewart-Haas ha rotto nuovamente un'egemonia, quella dei team Gibbs e Penske, che sembrava indistruttibile ma potrebbe avere i giorni contati. Tuttavia, sul lungo ovale del Michigan, Harvick ha dovuto puntare tutto sulla conservazione del carburante nelle fasi finali.

Dopo aver perso tempo prezioso per una foratura all'anteriore destra ha recuperato la leadership. Poi, ha gestito il carburante in ad uno stint finale da ben 48 giri e quasi 100 miglia. Denny Hamlin si è dovuto accomodare al secondo posto mentre altri, come Joey Logano e Brad Keselowski, sono rientrati per uno "splash".

Nascar: Elliott all'ultima ruotata a Watkins Glen 

Battaglie in condizioni estreme

Due sono state le condizioni in cui piloti e vetture hanno dovuto eccellere. La prima, il traffico, con la gestione delle turbolenze di scia, la seconda, la riduzione delle temperature nelle battute conclusive, che ha in particolare danneggiato Hamlin, molto più rapido nelle fasi iniziali. Da segnalare che comunque a centro gruppo di battaglie ce ne sono state tante, anche grazie alla resina applicata sulla superficie della pista per ridurre le problematiche di aderenza viste in passato. 

Nel traffico invece ha faticato Martin Truex, alla fine in grado di concludere quarto, alle spalle di Kyle Larson per il team Ganassi, mentre anche Kyle Busch ha sofferto, recuperando comunque un sesto posto e portando a casa anche un punto "bonus" nel secondo traguardo intermedio. 

Da sottolineare il quinto posto di Daniel Suarez, che riporta il messicano in corsa per i playoff a causa di due incidenti che hanno danneggiato Clint Bowyer e Jimmie Johnson. Il primo è stato mandato a muro da Paul Menard ai due terzi di gara, ma è ancora nella "zona calda", mentre Johnson, finito nelle barriere causa una foratura, ne è uscito, passato per l'appunto anche da Suarez.

Bella prova di Ryan Preece, ventottenne al debutto nella serie per il team JTG Daugherty e autore del suo terzo piazzamento dell'anno su un circuito sicuramente non facile. Un contatto ha coinvolto il leader della classifica dei debuttanti, Daniel Hemric.

Tutto sulle Corse USA

Classifica gara:

1 - Kevin Harvick (Ford) – Stewart/Haas - 200 giri

2 - Denny Hamlin (Toyota) – Gibbs - 200

3 - Kyle Larson (Chevy) – Ganassi - 200

4 - Martin Truex Jr (Toyota) – Gibbs - 200

5 - Daniel Suarez (Ford) – Stewart/Haas - 200

6 - Kyle Busch (Toyota) – Gibbs - 200

7 - Ryan Preece (Chevy) – JTG - 200

8 - William Byron (Chevy) – Hendrick - 200

9 - Chase Elliott (Chevy) – Hendrick - 200

10 - Alex Bowman (Chevy) – Hendrick - 200

11 - Ty Dillon (Chevy) – Germain - 200

12 - Ryan Newman (Ford) – Roush - 200

13 - Austin Dillon (Chevy) – Childress - 200

14 - Chris Buescher (Chevy) – JTG - 200

15 - Paul Menard (Ford) – Wood - 200

16 - David Ragan (Ford) - Front Row - 200

17 - Joey Logano (Ford) – Penske - 200

18 - Erik Jones (Toyota) – Gibbs - 200

19 - Brad Keselowski (Ford) – Penske - 200

20 - Matt DiBenedetto (Toyota) – Leavine - 200

21 - Corey LaJoie (Ford) – GoFas - 200

22 - Michael McDowell (Ford) - Front Row - 200

23 - Kurt Busch (Chevy) – Ganassi - 200

24 - Ryan Blaney (Ford) – Penske - 200

25 - Matt Tifft (Ford) - Front Row - 199

26 - Daniel Hemric (Chevy) – Childress - 199

27 - Bubba Wallace (Chevy) – Petty - 199

28 - Ricky Stenhouse Jr (Ford) – Roush - 199

29 - Ross Chastain (Chevy) – Premium - 198

30 - Landon Cassill (Chevy) – Starcom - 196

31 - Quin Houff (Chevy) – Premium - 196

32 - Austin Theriault (Chevy) - Ware - 194

33 - Aric Almirola (Ford) – Stewart/Haas - 193

34 - Jimmie Johnson (Chevy) – Hendrick - 192

35 - Garrett Smithley (Chevy) – Overkill - 192

36 - Cody Ware (Chevy) – Ware - 191

37 - Clint Bowyer (Ford) – Stewart/Haas - 139

38 - Spencer Boyd (Chevy) – Ware - 123

 

In campionato (proiezione playoff)

1. Kyle Busch 2044; 2. Truex 2029; 3. Logano 2027; 4. Hamlin 2025; 5. Keselowski 2024.