Monza potrebbe diventare il posto giusto per un annuncio sul futuro, per svelare il “cosa farà Fernando” nel 2020. Sarà Indycar con Arrow McLaren SP? Sarà solo un’apparizione per tentare nuovamente il successo a Indianapolis?

“Fernando è assolutamente a conoscenza di quanto sta accadendo con le nostre attività Indycar e lo è da un pezzo. Non credo affatto che il suo desiderio di vincere la 500 Miglia di Indianapolis sia diminuito, tuttavia, non ha mostrato interesse, perlomeno non ancora, sul correre un’intera stagione.

Arriva da 20 anni di corse e penso volesse prendersi la seconda metà di quest’anno per vedere cosa vuole fare in futuro.

Leggi anche: Giro di boa Indycar, il bilancio di metà stagione

In Indycar penso sarebbe un talento straordinario, conoscendo lui e il suo stile di guida avrebbe un successo incredibile, si divertirebbe e sarebbe il benvenuto”, ha commentato Zak Brown, dando appuntamento a Monza.

L'ECCEZIONE INDY 500

Negli ultimi mesi Fernando ha commentato le possibili opzioni sul proprio futuro sportivo, ammettendo interesse nei confronti della Dakar ma non a breve termine, così come sulla rincorsa alla 500 Miglia di Indianapolis, da vincere per coronare la Triple Crown. Fronte Dakar sul quale l'emittente France Tv Sport dà Fernando in equipaggio con Marc Coma su un Toyota Hilux per un test in Namibia e poi in Polonia, uscite in preparazione del raid del prossimo gennaio in Arabia Saudita.

Una partecipazione che, dovesse verificarsi nel 2020, Alonso vorrebbe come singolo evento, avendo già escluso una presenza per l’intero campionato Indycar subito dopo la mancata qualificazione con McLaren alla Indy 2019.

I voti alla Formula 1, top e flop a metà campionato

E Brown, su una terza macchina da schierare a Indianapolis, da affidare ad Alonso, ha aggiunto: “Non è nei nostri piani, però non escludo possa accadere. Certamente ci sarà, però la priorità è quella di portare le due macchine a vincere, il campionato e la Indy 500”.