Toyota a tre punte a Le Mans. L'annuncio dei programmi sportivi 2017 è stata l'occasione per confermare il progetto del quale si è a lungo parlato nei mesi scorsi, un impegno alla 24 Ore con tre TS050 Hybrid. Sette dei nove appuntamenti del WEC saranno disputati con due macchine, la 6 Ore di Spa e la gara a Le Mans, invece, vedranno accanto alla TS050 Hybrid di Buemi-Davidson-Nakajima e quella di Conway-Kobayashi-Lopez, un terzo equipaggio, al momento l'unico nome confermato è quello di Stephane Sarrazin.

Il pilota francese lascia il sedile a Jose Maria Lopez, reduce dall'esperienza WTCC conclusa con Citroen e chiamato a far coesistere l'impegno in Formula E con quello nel WEC, come d'altronde dovrà fare Buemi. «Si tratta di un momento emozionante per Toyota Gazoo Racing nelle corse endurance. Schierare tre macchine a Spa e Le Mans rappresenta una nuova sfida per il team, stiamo lavorando alacremente per essere pronti e puntiamo alla vittoria. 

Do il benvenuto a Jose Maria nella nostra squadra, sono fiducioso si inserirà bene, è veloce, intelligente e un  forte uomo squadra. I nostri piloti confermati hanno già dimostrato le loro capacità nelle gare endurance, tutti hanno vinto delle gare e siamo molto felici di poter lavorare ancora insieme», così il presidente di Toyota Gazoo Racing, Toshio Sato.

La nuova arma per la campagna 2017 sarà presentata alla vigilia dei test collettivi a Monza, il 31 marzo, mentre si attende a breve l'annuncio dei due piloti che faranno squadra con Sarrazin sulla terza Toyota. L'annuncio di Lopez è l'ufficialità su indiscrezioni che circolavano già dallo scorso novembre: «E' fantastico far parte di Toyota Gazoo Racing. E' un sogno che si realizza e non vedo l'ora di correre la prima gara. Mike e Kamui sono entrambi eccellenti compagni, imparerò molto, ne sono certo. Guidare una LMP1 è qualcosa di molto diverso dalle macchine del WTCC ma è una sfida divertente. La potenza e il grip della TS050 Hybrid (già provata da Lopez; ndr) è incredibile, così come la tecnologia ibrida Toyota».