Il 25 marzo Villorba Corse svela la Dallara che correrà la 24 Ore di Le Mans il prossimo 17 e 18 giugno, con un equipaggio tutto tricolore, formato dall’emiliano Andrea Belicchi, il trevigiano Giorgio Sernagiotto e il pisano Roberto Lacorte. E la premiere si terrà proprio nel cuore della città natale di quest’ultimo, nella Piazza dei Miracoli di Pisa, ex velista ora intenzionato a sfidare La Sarthe e pronto a ricevere dal sindaco della città il benaugurante "Guerriero Pisano". 

Nel numero di Autosprint uscito in edicola il 7 marzo vi abbiamo presentato l’eterogeneo terzetto e anticipato alcune delle caratteristiche della vettura, prototipo di classe LMP2, il cui debutto chiude il cerchio del programma endurance “Italian Spirit of Le Mans” iniziato nel 2011. 

Il telaio Dallara in fibra di carbonio ha già mostrato le sue qualità alla recente 24 Ore di Daytona ed è abbinato al motore Gibson 4.0 V8 in grado di erogare 605 cv, capaci di spingere i 930 kg di peso della vettura fino a 336 km/h di velocità massima, scattando da 0 a 100 in 2”9 e da 0 a 200 in soli 5”9. 

Raimondo Amadio, numero uno del team veneto, ha commentato: “Per noi il debutto alla 24 Ore di Le Mans rappresenta la realizzazione di un sogno che rincorriamo da 20 anni. Un progetto al 100% made in Italy, che in questo senso è di per sé una novità assoluta. La stessa scelta di Dallara è dettata dall’eccellenza del marchio e dal fatto di voler tener fede all’idea dell’Italian Spirit of Le Mans”