Poco prima dei test collettivi ELMS a Monza (martedì 28 e mercoledì 29, aperti al pubblico) e con la splendida cornice della Torre di Pisa, è stata svelata al pubblico la veste finale della Dallara P217 LMP2 che correrà con i colori Cetilar Villorba Corse. La completa stagione ELMS e soprattutto la 24 Ore di Le Mans sono le gare che attendono il prototipo guidato da Roberto Lacorte, Giorgio Sernagiotto e Andrea Belicchi.

Un po' di pioggia non ha minato questo "unveiling" e l'occasione è stata colta per consegnare il premio Guerriero Pisano, da parte del sindaco Filippeschi e dal presidente del riconoscimento Cesarotti, a chi ha dato vita al progetto "Road to Le Mans" poi mutatosi in "Italian Spirit of Le Mans", vale a dire il pisano Lacorte. Presente all'evento anche il costruttore della vettura, Giampaolo Dallara, oltre a molti personaggi del mondo Endurance nazionale.

Ecco come si è espresso un emozionato team principal Raimondo Amadio: «È un momento mitico per Villorba. Finalmente siamo proiettati verso Le Mans, che per noi è "La Gara". L'assortimento di piloti è di valore e sono certo che lotteremo e daremo tutti il nostro meglio per i colori italiani. Speriamo sia vero il detto a proposito della pioggia e che quindi un esordio bagnato sia un esordio fortunato».

Così invece il "fulcro" della squadra, Roberto Lacorte: «Certamente è emozionante essere qui a Pisa, in questa occasione speciale, e conserverò il Guerriero Pisano gelosamente. Le Mans è un sogno, ma un sogno per il quale bisogna stare con gli occhi ben aperti e non dormire. È un lunghissimo lavoro, inaugurato cinque anni fa. E ora ci sentiamo già nella notte della 24 Ore».

Compagno di equipaggio da tempo di Lacorte, Giorgio Sernagiotto spiega: «Siamo pronti e già con la concentrazione ai test di Monza. Anzi, qui a Pisa non possiamo nemmeno festeggiare più di tanto, dobbiamo restare in forma! Vedremo tra qualche giorno in pista dove saremo rispetto agli altri, lavoreremo per essere subito all'altezza».

Infine alla compagine si è aggiunto quest'anno Andrea Belicchi, che potrà far valere la conoscenza della 24 Ore francese grazie alle sue 8 partecipazioni: «Metterò in gioco la mia esperienza, che sto condividendo con tutta la squadra. Abbiamo già iniziato ad allenarci da diverso tempo e bene, ora è il momento di fare sul serio anche in pista. La Dallara è eccezionale, è stata concepita dal miglior costruttore di auto da corsa».