Prima dell'appuntamento WEC a Silverstone si è corsa la 4 Ore della European Le Mans Series, categoria dove corre la squadra interamente italiana Cetilar Villorba Corse sulla Dallara P217. La gara è stata vinta dall'equipaggio composto da Filipe Albuquerque, William Owen e Hugo de Sadeleer sulla Ligier JSP217 della United Autosports, a precedere dopo una bella lotta nei 15 minuti finali Rojas-Hirakawa-Roussel (Oreca-GDrive) e Andersen-Fjordbach (Dallara-HighClass). 

Dopo la sfortuna delle qualifiche, non disputate per via di un problema all'alternatore, con conseguente partenza in coda (32esimi), i nostri portacolori della Villorba - Andrea Belicchi, Giorgio Serbagiotto e Roberto Lacorte - sono stati autori di una grande rimonta che li ha portati a concludere al 6° posto finale, conquistando così i primi 8 punti stagionali. Un risultato notevolissimo e dovuto a reale competitività, anche perché in gara non vi sono state safety car a favorire il ricongiungimento con le altre vetture. 

«Eravamo al debutto assoluto in LMP2, con il nuovo prototipo, contro avversari agguerriti e su una pista tra le più impegnative al mondo - ha commentato a fine gara il team principal Raimondo Amadio - per cui è stata davvero una grande giornata! Abbiamo svolto un lavoro super e siamo molto contenti: è stata una gara esaltante e la squadra ha ottenuto un risultato concreto, che poi era il nostro obiettivo, quindi devo dire "bravo" ai piloti e a tutti i ragazzi. Avevamo un passo consistente e siamo anche riusciti a capire alcune migliorie che ancora ci mancavano. E con un pizzico di fortuna, quella che ci è mancata in prova, avremmo anche potuto ottenere qualcosa in più, ma è chiaro che va benissimo così»

Per quanto riguarda gli altri italiani in gara, Andrea Roda non è stato fortunato e si è dovuto ritirare verso metà gara con la Ligier di Algarve, mentre in LMP3 (vinta sempre dal team United, con Falb-Rayhall) il più avanti è stato Andrea Dromedari (12° di classe assieme a Harnatty-Pialat sulla Ligier Eurointernational) mentre Davide Roda e Dario Capitanio (con Mendez) hanno concluso 13esimi con la Norma dell'Oregon Team. Ritiro nelle prime fasi di gara invece per l'altra Ligier di Eurointernational, quella guidata da Giorgio Mondini e Davide Uboldi.

In LMGTE buon 2° posto per Matteo Cairoli sulla Porsche Proton (in equipaggio con Ried-Camathias) mentre troppe tribolazioni hanno rallentato la Ferrari Spirit of Race di Andrea Bertolini, Gianluca Roda e Giorgio Roda. La prossima gara EMS sarà a Monza nel weekend del 14 maggio.