Con una gara accorta l’Oreca G-Drive di Roussel-Rojas ha conquistato a Portimao il titolo Elms, vinto grazie alla costanza di piazzamenti, con 4 secondi posti conquistati su sei gare oltre al successo a Monza. Unica rivale ancora in lizza era la Ligier United Autosport di Owen-De Sadeeler-Albuquerque, arrivata in Portogallo staccata di 18 punti. La vettura di Zak Brown ha lottato a lungo con l’Oreca dei vincitori Bradley-Yacaman-Allen, ma ha dovuto arrendersi dopo aver pagato un drive through. Ottima prova anche delle Dallara, 3° con Isaakyan-Orudzhev e 5° con Lacorte-Sernagiotto-Belicchi, autori della gara più consistente della stagione.

In LmP3 Falb-Rahyall hanno conquistato il titolo regolando i francesi Cougnaud-Jung-Ricci. I due americani dello United Autosports sono stati autori di una grande rimonta, partendo dal fondo dello schieramento dopo aver visto annullato il tempo di qualifica per non aver rispettato i limiti della pista. Una volta al comando, a poco meno di 20 minuti dal termine hanno lasciato la vittoria ai compagni di team England-Boyd-Patterson. Titolo Lm-Gte alla Ferrari 488 Jmw di Smith-Fannin. La squadra inglese ha così portato a termine una stagione trionfale, impreziosita dal successo in Gte-Am alla 24 Ore di le Mans e dalla vittoria ottenuta da una 458 nella sua ultima gara a Monza. Matteo Cairoli, con Ried e Camathias, ha fatto sua la prima gara della stagione Elms, che si va ad aggiungere ai successi ottenuti nel Wec al Nurbugring ed in Messico.