L’unico successo Bmw alla 24 Ore di Le Mans risale al 1999, una vittoria targata Martini, Dalmas e Winkelhock al volante della V12 Lmr. Nel 2018 il marchio bavarese torna a correre nel Mondiale Endurance con le nuove M8 Gte del team Mtek, sfidando Aston Martin, Ferrari, Ford e Porsche. Un debutto per Bmw Motorsport nel Fia World Endurance Championship, il Wec che si appresta a correre la prima super-stagione della sua storia. E con l’addio di Porsche e l’impoverimento della classe regina Lmp1, la Gte-Pro è destinata a far la parte del leone sia nelle 6 ore che nella 24 ore più famosa del mondo.

Bmw ha presentato nel quartier generale di Monaco la squadra che correrà la stagione completa, composta dall’olandese Nick Catsburg, ex pilota Wtcc con Volvo Polestar, dal brasiliano Augusto Farfus, già pilota Bmw nel Dtm, dal portoghese Antonio Da Costa, impegnato col team Andretti in Formula E, e dal tedesco Martin Tomczyk, veterano del Dtm.

A supportarli durante la stagione i britannici Tom Blomqvist e Alexander Sims, nonché l’austriaco Philipp Eng. Ancora non confermata la presenza, perlomeno per una gara, di Alex Zanardi, che tuttavia correrà la 24 Ore di Daytona 2019.

Jens Marquardt, numero uno di Bmw Motorsport, ha commentato: “I piloti della nostra squadra Wec sono stati coinvolti nello sviluppo della M8 Gte. E il loro talento, combinato all’esperienza nelle gare Gt significa che siamo in corsa per ottenere ottimi risultati nella nostra prima stagione in questo territorio inesplorato”.