La seconda esperienza a Le Mans di Cetilar Villorba Corse si sta rivelando più impegnativa del previsto. Dopo alcuni inconvenienti dovuti a malaugurate forature, nel corso del secondo turno di qualifiche Giorgio Sernagiotto alla guida ha subìto un vero e proprio cedimento (pare sospensione) a oltre 300 km/h mentre stava approcciando la chicane Forza Motorsport (la prima nel rettilineo delle Hunaudieres) che l'ha mandato a sbattere duramente su entrambi i lati della pista, con la macchina che si è sollevata da terra dopo il primo urto.

I motivi esatti dell'incidente che ha portato alla chiusura anticipata delle Q2 sono ancora al vaglio dei tecnici sia del team che di Dallara, ma questo è in subordine a un'urgenza ben maggiore: riuscire a rimettere in sesto la macchina non solo per la gara, ma possibilmente per il warm-up di sabato mattina (ore 9) quasi indispensabile per verificare che sia tutto in ordine. Ovviamente tutti sono impegnati da ieri sera in questo tour de force, il cui risultato non è scontato nonostante la caparbietà di tutti gli elementi del team e dell'assistenza dei tecnici Dallara.

«Non molleremo e proferiremo ogni energia per essere al via della 24 Ore di le Mans - ha detto subito Raimondo Amadio, team principal della squadra - un evento ed un'avventura troppo importanti per Cetilar Villorba Corse. Tutto il team sta lavorando in un'unica direzione: il via della gara! Non vogliamo diffondere informazioni poco esatte e stiamo valutando ogni possibile concausa tecnica dell’uscita, comunque il dato migliore che abbiamo è che non ci sia stata alcuna conseguenza per Sernagiotto. Valuteremo ogni aspetto tecnico e proferiremo ogni sforzo per essere al via del warm-up di sabato mattina e poi schierarci sulla griglia di partenza alle 15. Nelle prossime ore potremo essere più precisi».

Al momento in cui scriviamo, in ogni caso, i lavori sono a un buon punto, non ci sono state "sorprese" (la scocca è a posto) e si pensa di poter essere pronti a una nuova ispezione della macchina da parte della Fia già questa sera.