L’Automobile Club de l’Ouest ha pubblicato i primi 42 equipaggi che andranno a disputare la 24 Ore di Le Mans 2019, che per l’occasione sarà l’appuntamento conclusivo della Super Season 2018/2019 del WEC.

Il Comitato di Selezione ha dovuto fare un primo lavoro di scrematura delle candidature, perché sono arrivate ben 75 richieste, ma i posti disponibili sulla griglia di partenza del Circuit de la Sarthe sono solo 60.

Dei 42 già dentro, 34 sono sono iscritti alla Super Stagione 2018-2019 del WEC mentre gli altri 8 si sono meritati l’invito grazie ai risultati conseguiti nell’ELMS e nell’IMSA.

Il 24 febbraio verranno annunciati i 4 equipaggi provenienti dall’Asia Le Mans Series. Il primo marzo verrà pubblicato l’elenco completo, con l’annuncio di chi occuperà i 14 posti ancora vacanti, i 10 equipaggi di riserva e i 5 che si vedranno rifiutare l’invito.

In classe LMP1 sono 8 le vetture iscritte: le due Rebellion, le due Toyota, le due SMP Racing, La DragonSpeed e la vettura del team Bykolles.

Gli equipaggi in LMP2 sono 9: G-Drive Racing, TDS Racing, Racing team Netherland, DragonSpeed, Sighnatech, i due del team Jackie Chan DC Racing, RLR M Sport e Labre Competition.

Sono 10 le GTLM Pro: le due 488 del team AF Corse, le Ford GT ufficiali di Chip Ganassi, le M8 di BMW, le due 911 RSR del team Porsche e le Vantage AMR schierate da Aston Martin

Il plotone più nutrito è quello delle GTLM Am, con 15 vetture che si sono già guadagnate l’invito: Sprit of Race, Team Project, Clearwater Racing, Weathertech Racing, Mr Racing, le tre del team Dempsey Proton, Proton Competition, JWM Motorsport, Keating Motorsport, Gulf Racing, TF Sport, Aston Martin Racing e Kessel Racing.

E con questo, i preliminari sono quasi finti. L’attesa per le 15 del 15 giugno, quando prenderà il via l’edizione 87 della 24 Ore di Le Mans non fa che crescere, anche se mancano ancora 4 mesi allo start.

24 Ore di Le Mans, entry list