L'aeroporto di Templehof ha visto un grandissimo weekend per gli indiani della Mahindra, rovinato però per un errore al cambio vettura.

La seconda gara del Berlin ePrix è stata dominata da Felix Rosenqvist, partito dalla pole position ed indisturbato leader fino alla bandiera a scacchi. Però è stato fatto partire dal box mentre stava arrivando il compagno di squadra Nick Heidfeld, che è stato bravo ad andare lungo per evitare il contatto. Ma la penalità di 10" per unsafe release lo ha colpito comunque.

Quindi Sébastien Buemi, partito secondo in griglia e ombra dello svedese fino alla sosta a metà gara, non ha dovuto nemmeno impegnarsi per superarlo per raggiungere il gradino più alto del podio. Anzi, ha spiegato via radio al suo team durante il giro di rientro di non aver infastidito Rosenqvist intenzionalmente, per far si che arrivasse con un vantaggio sugli inseguitori tale da rimanere secondo e quindi davanti all'avversario per il campionato Lucas di Grassi.

Il brasiliano, infatti, ha così chiuso terzo davanti al compagno di squadra Daniel Abt, nonostante i due piloti Abt Audi fossero partiti settimo ed ottavo. La squadra di casa ha potuto sfruttare anche gli errori dei due piloti Ds José María López e Sam Bird.

La Virgin Racing è stata molto veloce in qualifica, ma anche in Gara 2 come ieri in Gara 1 Sam Bird era più veloce e voglioso di passare. Al punto che si è arrivati alla lotta tra l'argentino ed il britannico, finita con il secondo quasi a muro e superato da Jean-Éric Vergne ed il rimontante di Grassi.

Poi emozionante lotta tra il francese della Techeetah ed il brasiliano dell'Audi, con di Grassi autore di una bella azione che ha colto JEV di sorpresa, che lo ha costretto a chiudere di colpo alla staccata della prima curva ed arrivare lungo, dando così strada all'inseguitore.

Anche Abt è poi riuscito a superare la vettura nera e ora, e così le due Audi sono andate ad attaccare e superare López, che ha quindi chiuso quinto davanti a Vergne, Bird e Nicolas Prost.

La top 10 è stata chiusa da Oliver Turvey, oramai diventato primo pilota NextEv Nio ai danni del compagno di squadra "Nelsinho" Piquet, ed Heidfeld. Il tedesco è dovuto scattare ultimo in griglia, ha in fretta rimontato fino alla decima posizione nella prima parte di gara, ma poi ha perso due posizioni in un colpo solo prima di fermarsi per il cambio vettura, quando è accaduto il fattaccio. È stato bravo a chiudere comunque a punti dopo aver perso tutto quel tempo ai box, visto che è dovuto essere spinto poi dentro alla tenda per poi saltare fuori dall'abitacolo.

Formula E, Berlino, 11/06/2017
Classifica finale di Gara
1. Sébastien Buemi (Renault e.dams), 46 giri
2. Felix Rosenqvist (Mahindra Racing)
3. Lucas Di Grassi (Audi Sport Team ABT) a 10"862
4. Daniel Abt (Audi Sport Team ABT) a 13"631
5. José María López (Ds Virgin Racing) a 20"324
6. Jean-Éric Vergne (Techeetah) a 20"751
7. Sam Bird (Ds Virgin Racing) a 21"959
8. Nicolas Prost (Renault e.dams) a 22"155
9. Oliver Turvey (NextEv) a 34"949
10. Nick Heidfeld (Mahindra Racing) a 35"814
11. António Félix Da Costa (Andretti Autosport) a 44"057
12. Nelson Piquet Jr. (NextEv) a 44"439
13. Jérôme D'Ambrosio (Faraday Future Dragon Racing) a 47"336
14. Stéphane Sarrazin (Techeetah) a 51"653
15. Tom Dillmann (Venturi) a 56"977
16. Adam Carroll (Jaguar Racing) a 1'05"426
17. Mitch Evans (Jaguar Racing) a 1'07"018
18. Robin Frijns (Andretti Autosport) a 1'12"083

Il campionato piloti dopo 8 gare: 1. Sébastien Buemi 157 punti; 2. Lucas Di Grassi 125; 3. Felix Rosenqvist 86; 4. Nicolas Prost 72; 5. Nick Heidfeld 63; 6. Jean-Éric Vergne 52; 7. José María López  50; 8. Sam Bird 47; 9. Daniel Abt 46; 10. Nelson Piquet Jr. 33; 11. Oliver Turvey 18; 12. Mitch Evans e Robin Frjins 16; 14. Maro Engel 15; 15. Antonio Félix Da Costa e Jérôme D'Ambrosio 10; 17. Loïc Duval 9; 18. Esteban Gutiérrez 5; 19. Adam Carrol e Tom Dillmann 2; 21. Stéphane Sarrazin 2.

Campionato costruttori dopo 8 gare: 1. Renault e.dams 229 punti; 2. Abt Schaeffler Audi Sport 171; 3. Mahindra Racing 149; 4. Ds Virgin Racing 97; 5. Techeetah 57; 6. NextEv Nio 51; 7. Andretti Formula E 26; 8. Venturi Racing 21. Jaguar Racing 20; 10. Faraday Future Dragon Racing 19.