Non c'è stato modo per fermare la cavalcata di Sam Bird nella Grande Mela. Il britannico della Ds Virgin Racing ha vinto anche la seconda gara del primo weekend di corse di sempre a New York dopo aver conquistato anche la pole position, e dopo essersi ripreso il comando perso al via è scappato dal gruppo e comandato senza rivali.

Alle sue spalle si sono piazzate le due Mahindra di Felix Rosenqvist e Nick Heidfeld, nonostante abbiano rischiato molto all'ultima curva, quando il rimontante debuttante Pierre Gasly le ha raggiunte andando però a sbattere all'esterno dell'ultima curva e mancandole di un soffio. E tagliando il traguardo in quarta posizione nonostante la vettura sfasciata.

Dietro al giovane francese campione in carica della ex Gp2 si è piazzato Lucas di Grassi, autore anche lui di una gara in rimonta dopo le deludenti qualifiche. Il brasiliano doveva approfittare dell'assenza del leader di campionato Sébastien Buemi (sostituito sulla vettura Renault e.dams proprio da Gasly) per recuperare più punti possibili, ma il quinto posto finale non è abbastanza.

 

Sesto posto sotto la bandiera a scacchi per Nicolas Prost, che nonostante l'enorme esperienza in Formula E è stato tutto il weekend alle spalle del suo ben più giovane compatriota e temporaneo compagno di squadra Gasly. Alle sue spalle ancora Francia con la Venturi di Tom Dillmann e la Techeetah di Jean-Éric Vergne. Il francese ex-F1 ed il suo compagno di squadra Stéphane Sarrazin hanno pagato caro l'errore fatto dalla squadra di chiamarli ai box per il cambio vettura dopo tutti gli altri e nel giro in cui la virtual safety car è stata annullata.

Hanno chiuso la Top 10 l'olandese Robin Frjins, che ha riportato in zona punti la Andretti Autosport proprio nella settimana in cui è stato annunciata l'acquisizione della squadra dalla Bmw da Stagione 5, ed il belga Jérôme D'Ambrosio.

 

Formula E, New York, 16/07/2017 
Classifica finale di Gara 2
1. Sam Bird (Virgin Racing), 49 giri in 58'09.388, alla media di 98,7 km/h
2. Felix Rosenqvist (Mahindra Racing) a 11"381
3. Nick Heidfeld (Mahindra Racing) a 12"319
4. Pierre Gasly (Renault e.dams) a 12"355
5. Lucas Di Grassi (Abt Schaeffler Audi Sport) a 23"451
6. Nicolas Prost (Renault e.dams) a 30"470
7. Tom Dillmann (Venturi) a 41"862
8. Jean-Éric Vergne (Techeetah) a 52"292
9. Robin Frijns (Andretti Autosport) a 1'00"475
10. Jérôme D'Ambrosio (Faraday Future Dragon Racing) a 1'12"659
11. Adam Carroll (Jaguar Racing) a 1'41"134
12. Stéphane Sarrazin (Techeetah) a 1 giro
13. Loïc Duval (Faraday Future Dragon Racing) a 1 giro
14. Oliver Turvey (NextEv Tcr Formula E Team) a 1 giro
15. António Félix Da Costa (Andretti Autosport) a 1 giro
16. Nelson Piquet Jr. (NextEv Tcr Formula E Team) a 3 giri
Giro più veloce: il 7. di Daniel Abt (Abt Schaeffler Audi Sport) in
1’03”898

 

Il campionato piloti dopo 10 gare: 1. Sébastien Buemi 157 punti; 2. Lucas Di Grassi 147; 3. Felix Rosenqvist 104; 4. Sam Bird 100; 5. Nicolas Prost 84; 6. Nick Heidfeld 78; 7. Jean-Éric Vergne 74; 8. José María López 50; 9. Daniel Abt 47; 10. Nelson Piquet Jr. 33; 11. Oliver Turvey 26; 12. Robin Frjins 20; 13. Loïc Duval 19; 14. Pierre Gasly 18. 15. Stéphane Sarrazin 17; 16. Mitch Evans e Maro Engel 16; 18. Jérôme D'Ambrosio 11; 19. Antonio Félix Da Costa e Tom Dillmann 10; 21. Esteban Gutiérrez e Adam Carrol 5; 23. Alex Lynn 3.

 

Campionato squadre dopo 10 gare: 1. Renault e.dams 259 punti; 2. Abt Schaeffler Audi Sport 194; 3. Mahindra Racing 182; 4. Ds Virgin Racing 153; 5. Techeetah 94; 6. NextEv Nio 59; 7. Faraday Future Dragon Racing e Andretti Formula E 30; 9. Venturi Racing 28; 10. Jaguar Racing 21.