AGGIORNAMENTO: Antonio Fuoco prenderà il via dalla quinta piazzola nella terza fila dello schieramento di partenza della prova d'apertura del FIA F2 Championship. Sul finale delle qualifiche, il pilota italiano ha involontariamente rallentato Artem Markelov, impegnato nel suo giro veloce, ed è stato di conseguenza penalizzato dagli stewards. 

Ne beneficia Luca Ghiotto, che risale in quarta posizione in griglia e prenderà il via davanti al pilota di Cosenza.
Altri quattro piloti sono incappati nelle maglie dei commissari. Gustav Malja sarà retrocesso di cinque posizioni per aver urtato Nabil jeffri. Stessa penalizzazione per Stefano Coletti, Sean Gelael e Sergio Canamasas che non hanno rallentato adeguatamente in regime di virtual safety car. 

SAKHIR. I due esordienti del Ferrari Driver Academy Charles Leclerc e Antonio Fuoco scatteranno dalla prima fila nel primo appuntamento stagionale del neonato FIA Formula 2 Championship. Il diciannovenne monegasco, dopo aver ottenuto la miglior prestazione assoluta nel il primo stint con pneumatici soft, si è poi ulteriormente migliorato in quello successivo. Leclerc ha sorpreso i suoi rivali, anticipando la seconda uscita dalla corsia box e riuscendo a trarre vantaggio dalla totale assenza di traffico.

L’alfiere della Prema Racing ha potuto così togliersi il casco quando mancavano quasi dieci minuti al termine della sessione per assistere dal muretto box al tentativo di miglioramento dei rivali. Brillante seconda posizione per Antonio Fuoco che, dopo aver insidiato nella prima fase delle qualifiche il compagno di squadra, non ha potuto ulteriormente migliorarsi a causa del traffico e di una collisione tra Nabil Jeffri e Gustav Malja, che ha chiuso il rivale impegnato nel suo giro veloce, nella parte conclusiva del turno.

I due portacolori del Ferrari Driver Academy precederanno in griglia un altro rookie, Nyck de Vries, schierato dal Team Rapax e proveniente, come i due piloti della Prema Racing, dalla GP3 Series. Scatterà dalla terza fila con il quinto tempo assoluto Luca Ghiotto, preceduto da Norman Nato. Anche il pilota di Arzignano non ha potuto piazzare la zampata sul finale a causa dell’esposizione delle bandiere gialle.