SPIELBERG. La Sprint Race del FIA F2 Championship disputata sui saliscendi del Red Bull Ring è stata dominata del pilota russo Artem Markelov, che aveva chiuso in ottava posizione la frazione del sabato e ha beneficiato della partenza dalla pole position. L’alfiere della Russian Time ha preso la leadership della gara sin dai primi metri di corsa e non ha avuto problemi nel gestire alle sue spalle il duo composto da Alex Albon e Oliver Rowland.

Gli alfieri del Ferrari Driver Academy, Charles Leclerc e Antonio Fuoco, schierati dalla Prema Racing, sono entrati in collisione nel corso del quinto giro, quando il calabrese è stato chiaramente ostacolato da Oliver Rowland e, a causa del brusco rallentamento, è stato urtato dal compagno di squadra. Il capoclassifica monegasco è stato costretto all’immediato ritiro, mentre il pilota italiano non ha riportato danni tali da costringerlo allo stop e ha concluso un fine settimana molto positivo assicurandosi la quinta piazza al traguardo.

Luca Ghiotto è stato protagonista di un contatto con lo svedese Gustav Malja, ma è riuscito a proseguire e a chiudere in quarta posizione una maiuscola gara di rimonta, che lo ha portato a sopravanzare nel finale anche Antonio Fuoco. Il pilota di Arzignano aveva preso il via dalla quattordicesima posizione in griglia. E’ durata soltanto pochi metri la corsa di Raffaele Marciello, schierato dal Team Trident. Il pilota di Caslano ha urtato sul rettilineo di partenza la vettura dello svizzero Ralf Boschung, che aveva stallato allo start. Al vertice della graduatoria di campionato, Charles Leclerc mantiene saldamente la leadership con quarantanove lunghezze di vantaggio su Oliver Rowland.

Il prossimo appuntamento stagionale del FIA F2 Championship si disputerà dal 13 al 16 luglio sul tracciato di Silverstone, a corollario del Gran Premio di Gran Bretagna.