Il ventiduenne pilota thailandese Alex Albon si è aggiudicato la manche d’apertura nell’undicesimo appuntamento stagionale del FIA Formula 2 Championship, disputato sul tracciato che si affaccia sul mar Nero. Per il driver del Team DAMS si tratta del quarto successo stagionale, che gli consente di sopravanzare Lando Norris al secondo posto nella classifica di campionato.

Il vincitore, scattato dalla terza fila accanto al nostro Luca Ghiotto, gi? al termine del primo giro è riuscito a conquistare la terza posizione. Nel corso del cambio gomme, avvenuto nelle primissime fasi di gara, il driver di Jean-Paul Driot è riuscito a sopravanzare George Russell e Nyck de Vries, che dopo essere scattato dalla pole position era al comando della manche. Albon ha poi mantenuto un ritmo elevatissimo che gli ha consentito di tagliare il traguardo con oltre dieci secondi di vantaggio sul team mate Nicholas Latifi.

Positivo il terzo posto, nonostante un contatto con un rivale, dell’alfiere olandese del Team Prema Nyck de Vries. Il leader della graduatoria di campionato George Russell ha chiuso una gara piuttosto opaca al quarto posto, mentre il suo pi? diretto rivale nella corsa al titolo Lando Norris ? stato costretto al ritiro a causa di un problema al cambio gomme.

Gli italiani Antonio Fuoco e Alessio Lorandi sono stati autori di una corsa molto solida che ha consentito loro di chiudere rispettivamente al sesto e settimo posto. Il portacolori del Ferrari Driver Academy ha gestito le gomme con intelligenza, ma ha pagato dazio a problemi di performance del suo propulsore. Molto buona anche la prova del rookie Alessio Lorandi, che ha portato in settima posizione i colori del Team Trident al termine di una corsa di rimonta nella quale ha ben recuperato dalla tredicesima posizione in griglia.

Il rookie di Maurizio Salvadori scatter? dalla prima fila nella Sprint Race prevista domani mattina alle ore 11:20 locali, ovvero le 10:20 in Italia. Sfortunato, invece, Luca Ghiotto. Il pilota italiano ? stato urtato da un rivale allo start e costretto alla resa al termine del primo giro con una sospensione rotta.