Torna in azione il WTCC dopo oltre un mese di stop per trasferire tutto il materiale dall’Europa in cui si è aperta la stagione all’unica tappa americana in Argentina. Ma a Termas de Río Hondo torna a dominare la Citroën, che conquista il doppio successo e comunque torna ad occupare stabilmente le prime posizioni, sia con le C-Elysée ufficiali che con quelle private della Sébastien Loeb Racing. Si difende la Honda e fa buoni prestazioni la vecchia arma per i privati Chevrolet, mentre faticano sia la Lada che soprattutto la Volvo. Va anche ricordato però che la vettura svedese era al debutto sul tracciato sudamericano e i problemi durante tutte le prove alla vettura di Thed Björk non hanno permesso di raccogliere dati a sufficienza per assettare adeguatamente la S60.

Opening Race. Prima vittoria stagionale per Tom Chilton, il quale si aggiudica con una gara perfetta la prima corsa del weekend. L’inglese ha bruciato al via il poleman John Filippi (grazie all’inversione della griglia dei primi dieci delle qualifiche) e con la sua C-Elysée si è involato verso un successo meritato, che ovviamente gli consegna anche il WTCC Trophy in quanto migliore dei piloti privati. Alle sue spalle è stata grande bagarre, con la Honda Civic di Rob Huff che ha preceduto per mezzo secondo la Citroën ufficiale guidata dal quattro volte campione del mondo turismo Yvan Muller. Dopo una bella partenza che la aveva vista raggiungere la seconda posizione, la Honda ufficiale di Tiago Monteiro si è arresa al quarto posto, mentre il bi-campione in carica José María López ha tagliato il traguardo in quinta posizione, autore di una ottima rimonta dal fondo dello schieramento (cui era finito per via della sostituzione del propulsore) con la sua Citroën C-Elysée. Sesto l’ungherese Norbert Michelisz con la terza Honda ufficiale, seguito dal portacolori dell’italiana ROAL Motorsport  Tom Coronel, il migliore dei piloti su Chevrolet RML Cruze TC1.
Ottavo Mehdi Bennani, con la seconda C-Elysée privata, mentre le Chevrolet di James Thompson e Filippi completano la zona punti. 
 

Main Race. Per la quinta volta in quattro anni a festeggiare a Termas de Río Hondo è il “padrone di casa” José María López. Partito dalla pole position, l’argentino non ha potuto però fare una corsa in relax, ma si è anzi dovuto sudare il suo successo sin dal primo giro. Infatti al via è stato sfilato dalla Honda Civic di Norbert Michelisz, e solo al settimo giro è riuscito a riportare la sua C-Elysée in testa ed a scappare, involandosi verso il trionfo per la gioia del pubblico locale.
Al secondo posto si piazza un bravissimo Tom Coronel con la Chevrolet RML Cruze TC1 della ROAL Motorsport: l'olandese si aggiudica il successo nel WTCC Trophy tenendosi dietro per tutta la gara le Honda Civic WTCC di Rob Huff e Tiago Monteiro. Yvan Muller è quinto, ma il francese ha di che recriminare, visto che era stato in lotta con López e Michelisz per la vittoria fino al settimo giro, quando lui e "Norbi" sono finiti larghi alla curva 11 perdendo la possibilità di impensierire l'idolo locale. Sesto l’esordiente Esteban Guerrieri con la Chevrolet della Campos Racing, nonostante un avvio non proprio irresistibile, ed autore di una bella lotta nella prima parte di gara con Monteiro.
La Citroën della Sébastien Loeb Racing, affidata a Mehdi Bennani, è settima e precede la Honda di Michelisz, mentre il vincitore della Opening Race Tom Chilton e John Filippi completano la zona punti.

Classifica finale della Opening Race
1. Tom Chilton (Citroën C-Elysée WTCC), 13 giri in 23'08"487
2. Rob Huff (Honda Civic WTCC) a 0"792
3. Yvan Muller (Citroën C-Elysée WTCC) a 1"384
4. Tiago Monteiro PRT Honda Civic WTCC) a 2"471
5. José-María López (Citroën C-Elysée WTCC) a 7"646
6. Norbert Michelisz (Honda Civic WTCC) a 9"897
7. Tom Coronel (Chevrolet RML Cruze TC1) a 11"528
8. Mehdi Bennani (Citroën C-Elysée WTCC) a 13"150
9. James Thompson (Chevrolet RML Cruze TC1) a 15"333
10. John Filippi (Chevrolet RML Cruze TC1) a 17"352
11. Thed Björk (Volvo S60 WTCC) a 17"476
12. Grégoire Demoustier (Citroën C-Elysée WTCC) a 17"742
13. Nicky Catsburg (LADA Vesta WTCC) a 18"875
14. Gabriele Tarquini (LADA Vesta WTCC) a 19"024
15. Dániel Nagy (Honda Civic WTCC) a 36"180
16. Robert Dahlgren (Volvo S60 WTCC) a 1 giro
Giro più veloce: il 12esimo di José-María López in 1'45"994, alla media di 163,2 km/h


Classifica finale della Main Race
1. José-María López (Citroën C-Elysée WTCC), 14 giri in 24’52”898
2. Tom Coronel (Chevrolet RML Cruze TC1) a 2”032
3. Rob Huff (Honda Civic WTCC) a 2"583
4. Tiago Monteiro (Honda Civic WTCC) a 3"956
5. Yvan Muller (Citroën C-Elysée WTCC) a 4"305
6. Esteban Guerrieri (Chevrolet RML Cruze TC1) a 8”740
7. Mehdi Bennani (Citroën C-Elysée WTCC) a 9"126
8. Norbert Michelisz (Honda Civic WTCC) a 11"649
9. Tom Chilton (Citroën C-Elysée WTCC) a 12"659
10. John Filippi (Chevrolet RML Cruze) a 14"693
11. James Thompson (Chevrolet RML Cruze TC1) a 18"103
12. Nicky Catsburg (LADA Vesta WTCC) a 18"523
13. Gabriele Tarquini (LADA Vesta WTCC) a 20"205
14. Thed Björk (Volvo S60 WTCC) a 20"827
15. Grégoire Demoustier (Citroën C-Elysée WTCC) a 24"046
16. Robert Dahlgren (Volvo S60 WTCC) a 24”931
17. Dániel Nagy (Honda Civic WTCC) a 37"987
Giro più veloce: il 5° di José-María López in 1'45"889, alla media di 163,3 km/h

Il campionato piloti dopo 14 gare: 1. José María López 284 punti; 2. Monteiro 167; 3.  Muller 160; 4. Huff 158; 5. Bennani 144; 6. Michelisz 143; 7. Catsburg 139; 8. Chilton 130; 9. Tarquini 104; 10. Coronel 102; 11. Valente 70; 12. Björk 41; 13. Ekblom 35; 14. Thompson 24; 15. Demoustier 11; 16. Filippi e Guerrieri 9; 18. Münnich 2 e Ficza 2; 18. Schmitz 1.

Il campionato costruttori dopo 14 gare: 1. Citroën 702; 2. Honda 506; 3. Lada 406; 4. Volvo 194.