Impressiona la Volvo nelle qualifiche di Monza, nella seconda tappa del Mondiale Turismo 2017. La casa svedese ha infatti piazzato tutte le sue tre S60 in Q3, accompagnate dalla Honda Civic di Tiago Monteiro e dalla Citroën C-Elysée di Robb Huff, che aveva dominato i test prestagione svolti a marzo sul tracciato brianzolo.

Dopo una Q1 che ha visto le macchine ufficiali preoccuparsi solamente di non rischiare l'eliminazione ed escluse le Honda Civic private della Zengo Motorsport di Aureéien Panis e Dániel Nagy, la Lada Vesta del neo arrivato americano Kevin Gleason e la C-Elysée di John Filippi, la Q2 è stata molto più accesa. Si sono rivisti i tradizionali "trenini" di Monza, con le vetture a tirare la scia ai compagni di squadra.

Molto bella anche la lotta per la pole position della Sprint Race (cioè la decima positione, grazie alla griglia invertita), con Tom Coronel ad appropriarsi della scia di Huff per riuscire ad entrare in Top 10. L'olandese della padovana Roal Motorsport è riuscito a conquistare la partenza al palo nella prima gara di domani, come già accaduto a Marrakech, ai danni della Honda ufficiale di Ryo Michigami, che dovrà quindi scattare undicesimo in entrambe le sfide di domani.

La Q3 ha poi visto i primi cinque scendere in pista per un giro secco da soli, quindi senza riferimenti o scie. Robb Huff è stato il primo in pista e non ha compiuto un giro perfetto, però dopo di lui sia Nestor Girolami che Nicky Catsburg hanno sbagliato alla staccata della Roggia, e quindi hanno "promosso" l'inglese in terza piazza. Poi c'è stata la sfida tra il leader della classifica piloti e della squadra Honda Tiago Monteiro e quello dell'armata Volvo Thed Björk. Il portoghese non ha compiuto errori, e grazie ad un ottimo primo intertempo è salito in cima alla classifica, ma poi lo svedese è stato il migliore nei primi due settori e nonostante una staccata in Parabolica non molto aggressiva (probabilmente per non sbagliare e conservare i quattro decimi di vantaggio che già aveva prima della Ascari) si è accomodato con autorità in vetta alla classifica.

A chiudere il sabato del Mondiale Turismo è stato il Mac3, cioè la sfida a squadre tra le case ufficiali. Come già anche a Marrakech, è stata la Volvo a conquistare la vittoria e punti per la classifica Costruttori, grazie ai tre signori piloti di cui può disporre. Honda invece fatica per la presenza di Michigami. Infatti, nonostante le scie di Monteiro e Michelisz aiutassero il giapponese, la casa nipponica ha comunque pagato due secondi di differenza dopo due soli giri di pista.

Mondiale Turismo, Monza, 29/0472017
Classifica finale Prove di Qualificazione
1. Thed Björk (Volvo S60) 1'52"505
2. Tiago Monteito (Honda Civic) 1'52"821
3. Robb Huff (Citroën C-Elysée) 1'52"968
4. Nicky Catsburg (Volvo S60) 1'53"013
5. Néstor Girolami (Volvo S60) 1'57"834
6. Norbert Michelisz (Honda Civic) 1'52"606
7. Tom Chilton (Citroën C-Elysée) 1'53"081
8. Esteban Guerrieri (Chevrolet RML Cruze) 1'53"404
9. Mehdi Bennani (Citroën C-Elysée) 1'53"584
10. Tom Coronel (Chevrolet RML Cruze) 1'53"678
11. Ryo Michigami (Honda Civic) 1'53"973
12. Yann Ehrlacher (Lada Vesta) -
13. John Filippi (Citroën C-Elysée) 1'54"123
14. Aurélien Panis (Honda Civic) 1'54"696
15. Dániel Nagy (Honda Civic) 1'55"040
16. Kevin Gleason (Lada vesta) 1'55"238