Borja Garcia ha conquistato la prima vittoria di sempre di una vettura Nascar a Hockenheim, guidando la gara di apertura dell'American Fan Fest dal primo all’ultimo giro e tenendo a bada il campione in carica Anthony Kumpen, che ha provato a rendergli la vita difficile negli ultimi giri. Il pilota del Racers Motorsport ha portato a casa la quarta vittoria di quest’anno, e la quinta della sua carriera in Nascar.

Dopo aver festeggiato il trionfo con il suo team in victory lane, il leader di campionato ha commentato il suo successo: “Sono davvero felice di aver vinto la mia quarta gara in questa stagione e sono orgoglioso di aver messo la mia firma sulla prima vittoria di una vettura della NASCAR Whelen Euro Series qui a Hockenheim!  Devo ringraziare il mio team che ha lavorato molto duramente per darmi una vettura veloce per la gara di oggi. La mia Mustang è stata davvero competitiva fin dall’inizio e ha mantenuto la prestazione per tutta la durata della gara. Solo verso la fine ha cominciato a scivolare in curva e ho dovuto lavorare sodo per tenermi dietro Anthony. Stava spingendo molto, è stata una battaglia dura ma sono riuscito a difendermi e vincere la gara.” A proposito della gara di domani che chiuderà la regular season per portare tutti ai playoff in programma a settembre: “Devo conquistare quanti più punti possibile prima del gara finale di Zolder, quello è il tracciato di casa di Anthony e sarà sicuramente dura batterlo li. Per il resto della stagione, semplicemente faremo tutto il possibile per continuare questo trend, sperando di vincere altre gare e vediamo cosa succederà a Zolder”.

Garcia è partito dalla prima posizione sulla griglia di partenza, dato che il poleman Alon Day ha dovuto scontare una penalità di 10 posizioni per un contatto nella precedente corsa di Brands Hatch. Ed ha subito costruito un buon margine di sicurezza su Kumpen. Ma il belga si è rifatto sotto nella seconda parte di gara, mettendo pressione allo spagnolo. A quattro giri dalla fine l'intervento della safey car, per recuperare la vettura di Dominik Farnbacher dalla sabbia, ha sospeso le ostilità ed annulato tutti i distacchi, ricompattando il gruppo in vista di un infuocato finale. 

Garcia ha mantenuto la leadership grazie ad un ottimo restart, che ha visto nel gruppo degli inseguitori battaglie con anche quattro o cinque vetture affiancate. Un contatto in Curva 3 tra Carlo Alberto Forte ed Eric De Doncker ha obbligato il direttore di gara ad esporre la bandiera rossa, per l’impossibilità di ripulire la pista in tempo utile. I due piloti coinvolti sono stati trasportati in ospedale per le verifiche del caso. 

Dietro Garcia e Kumpen, Frederic Gabillon ha conquistato un convincente terzo posto, mentre Day ha chiuso al quarto posto e conquistato la pole per la gara della domenica grazie al miglior giro in gara. L'israeliano ha avuto la meglio nella battaglia tra compagni di squadra Caal Racing precedendo Salvador Tineo Arroyo, vincitore dello Junior Trophy. 

Stienes Longin, Thomas Ferrando, Wilfried Boucenna e il debuttante Jean Baptiste Simmenauer hanno chiuso la Top10, mentre Marconi Abreu ha portato a casa la vittoria nel Challenger Trophy con l’undicesima posizione finale.

La gara di domenica sarà alle 14:30, trasmessa in live streaming su Fanschoice.tv e la pagina Facebook della NASCAR Whelen Euro Series.