Gianmarco Quaresmini ha conquistato il suo secondo successo nella Carrera Cup Italia andando a segno nella seconda gara del Mugello, quinto dei sette round della stagione. Un successo quello del bresciano, che ha rilanciato la Dinamic Motorsport al comando della classifica team, con il suo compagno Matteo Malucelli alla fine secondo. Ancora un podio per Simone Iaquinta (terzo), che sabato ha assicurato la prima vittoria alla Ombra Racing.

Leadership immutata nella Michelin Cup per Bashar Mardini (GDL Racing), che in Toscana si è alternato sul gradino del podio con Marco Cassarà, primo in gara-1, mentre nella Silver Cup si sono imposti Walter Palazzo e Vincenzo Montalbano. In campionato è ancora Alessio Rovera, assente al Mugello, a guidare la classifica. Secondo è invece risalito Diego Bertonelli. Tommaso Mosca, protagonista sfortunato di un incidente nelle qualifiche in cui ha riportato la frattura di una gamba, è invece scivolato terzo. 

In gara-2 a partire dalla pole, in virtù dell'inversione dei primi sei classificati di gara-1, è stato Malucelli. Il forlivese ha tuttavia dovuto cedere subito la posizione a Giovanni Berton, che si avviava al suo fianco dalla prima fila. Con Quaresmini praticamente attaccato alle due vetture di testa, ad occupare la quarta piazza è stato Iaquinta, il quale ha approfittato di un spunto non particolarmente felice di Bertonelli.

Al secondo giro Quaresmini ha passato Malucelli alla curva San Donato portandosi secondo e lanciandosi all'inseguimento del battistrada, facendo anche segnare il giro più veloce. Alla settima tornata il pilota della Dinamic Motorsport è riuscito a infilarsi alla Bucine andando in testa. A seguirlo a ruota è stato Malucelli, che dopo poche curve ha avuto a sua volta la meglio su Berton, scivolato terzo.

Sempre alla Bucine, alla nona tornata, il sorpasso di Iaquinta ancora su Berton, attaccato anche da Simone Pellegrinelli. Proprio quest'ultimo, tallonato da Luca Segù, ha finito per volare sulla sabbia della Scarperia. Safety car e regime di neutralizzazione fino al traguardo, che ha così sancito la vittoria di Quaresmini.