Nella manche di chiusura del quinto appuntamento stagionale del DTM è finalmente arrivata la prima vittoria nel 2018 per l’Audi, che con il campione in carica René Rast ha colto un meritato successo sulla pista delle dune.

A differenza di quanto accaduto nella prima frazione, quando Rast tardò il cambio gomme e fu spiazzato dall’intervento della safety-car, nella gara odierna il pilota di Dieter Gass ha optato per una strategia completamente opposta, assolvendo il pit-stop obbligatorio già al termine del primo giro. Rientrato in pista, il pilota dell’Audi ha macinato in sequenza una serie di giri molto veloci che gli hanno consentito di issarsi al vertice della manche odierna quando il poleman Gary Paffett, scattato come un fulmine allo start, è rientrato nella corsia box per il suo cambio gomme, che non è stato particolarmente veloce.

Il pilota dell’AMG ha comunque colto una buona piazza d’onore che gli consente di incrementare il proprio margine al vertice della classifica di campionato nei confronti della vettura gemella di Paul di Resta, terzo sotto la bandiera a scacchi, in quello che è un vero e proprio dominio Mercedes. Sono ora ventisette le lunghezze che separano i due alfieri britannici di Ulli Fritz.

Grazie alla quarta posizione, Philipp Eng ha ben difeso i colori BMW, in difficoltà sulla pista olandese. L'austriaco ha preceduto la vettura gemella di Augusto Farfus. Edoardo Mortara, scattato dalla nona posizione in griglia, ha scelto la strategia di prolungare il primo stint di gara recuperando così una piazza. Il pilota italiano di Ginevra occupa la quinta posizione in campionato al termine di un fine settimana nel quale ha racimolato soltanto due punti. 

Il prossimo appuntamento stagionale è previsto sul tracciato di Brands Hatch il secondo fine settimana di agosto.