Monza – Il circuito brianzolo ha ospitato l’ultimo round del TCR Italy. Un appuntamento incandescente fin dalla vigilia, perché decisivo per l’assegnazione del titolo. Salvatore Tavano sulla CUPRA di SEAT Motorsport Italia è approdato a Monza con un vantaggio di 35 punti e mezzo su Luigi Ferrara e la sua Alfa Romeo Giulietta. Ma con 43 punti ancora da assegnare, tutto era ancora possibile. Ferrara ha dato il massimo, siglando due vittorie – e portando così a quota cinque i suoi successi durante la stagione – ma non è stato sufficiente per conquistare il tricolore: ad afferrarlo è Salvatore Tavano, che con il quinto posto di gara1 ha messo matematicamente in cassaforte il titolo già il sabato.

Gara 1 – In gara1 dopo un duello appassionante con Eric Scalvini sulla Hyundai del BRC Racing Team, Luigi Ferrara ha firmato la prima vittoria del weekend monzese con la Giulietta di V-Action davanti a Scalvini.La gara è stata avvincente, resa ancora più spettacolare dalle condizioni di bagnato e dove, tra gli assoluti protagonisti,   al volante della Audi RS3 Lms di Pit Lane Competizioni conquista il terzo gradino del podio, suo quarto piazzamento stagionale nella Top-3.Andrea Larini si è aggiudicato invece un duello incandescente per il quarto posto, tutto in CUPRA e dove Tavano ha seriamente rischiato di soccombere per una tamponata rimediata dal macedone Igor Stefanovski. Il pilota della compagine guidata da Tarcisio Bernasconi concluderà comunque quinto, nonostante qualche danno alla CUPRA, conquistando il titolo tricolore.  Stefanovski ha preceduto sul traguardo i suoi due avversari, ma è stato penalizzato per un taglio di variante finendo settimo alle spalle di Lorenzo Nicoli.Nel Trofeo Nazionale DSG Matteo Greco, ottavo assoluto sulla CUPRA di SEAT Motorsport Italia, ha preceduto il compagno di squadra Max Gagliano. Terzo Alessandro Thellung, dopo il superlavoro svolto ai box dalla BF Motorsport che è riuscita a ripristinare in tempo record la Cupra dopo un’uscita di pista nelle qualifiche.

Gara 2 – Luigi Ferrara ha firmato la quinta vittoria stagionale, pur partendo dall’ottava posizione in griglia di partenza per via del regolamento che ribalta le prime otto posizioni all’arrivo di gara1. Sul podio anche Lorenzo Nicoli, sulla Honda Civic di MM Motorsport e Matteo Greco, terzo assoluto: una grande impresa, considerando che corre con una vettura con cambio DSG. Ai piedi del podio, sempre con una DSG, il compagno di squadra di Greco, Massimiliano Gagliano, che ha siglato la sua migliore gara della stagione e che si piazza terzo nel Trofeo Italia DSG, dove il titolo è già stato conquistato matematicamente da Giovanni Altoè.A completare il podio di gara2 delle DSG, Alessandro Thellung ha confermato la sua prestazione del sabato.Il neocampione italiano Salvatore Tavano ha siglato il giro più veloce, ma non è però potuto andare oltre il 12esimo posto finale dopo il drive-through inflittogli per un contatto alla prima variante quando lottava nelle posizioni di testa.Eric Scalvini, rallentato da un contatto di gara e poi da un dechappamento, conquista il Trofeo Nazionale Under 25 sulla Hyundai i30 N di BRC. Francesco Savoia, quarto di DSG sulla Cupra di Gretaracing, si impone nel Trofeo Nazionale AM. La 42-Racing SA che ha schierato Luigi Ferrara si aggiudica invece il Trofeo Nazionale Team-Costruttori.